LA SPAGNA RINASCERA’. IRRICONOSCIBILE

Posted on in Europa e oltre 30 vedi

Altro che indignados: la crisi economica ha fatto scoppiare le contraddizioni di un modello esaurito. In Spagna, sull`orlo dell`abisso per i conti pubblici e l`economia bloccata, e costretta presto o tardi a chiedere aiuto all`Europa, è in corso una sotterranea rivoluzione politica. In Catalogna il governo autonomo guidato da Convergència i Unió ha sollevato in termini ultimativi la questione dell`indipendenza. Per il suo presidente, Artur Mas. è un tentativo strumentale di uscire dal pantano di una disastrosa gestione dei conti pubblici. Ecco allora che, partito da posizioni tradizionalmente moderate, Mas sposa il tema della secessione da Madrid. E l`indipendentismo conquista gran parte dei catalani. Lo si è visto alla celebrazione della Diada, la tradizionale festa regionale, che si è trasformata in adunata nazionalista di massa. Ancora più significativa la manifestazione del 25 settembre, che ha ripreso i temi del movimento degli indignados 15-M. A parte i disordini (circoscritti a frange estremiste), ha mostrato quanto sia vasta la richiesta di riformare la legge elettorale, che favorisce i partiti maggiori. Un`ulteriore prova della frattura tra elettorato e politici, ma anche un`evidente opzione per un`alternativa a Psoe e Pp, che hanno espresso a turno governi dal 1952 a oggi. È dunque un momento di transizione. Dopo la morte nel 1975 del dittatore Francisco Franco, il passaggio alla democrazia era avvenuto grazie a un patto sui rapporti stato centrale-periferia e a un accordo tra le élite politiche dei maggiori partiti, anche sul sistema elettorale. La crisi economica ha fatto scoppiare le molte contraddizioni lasciate irrisolte dalla transizione, mettendo in discussione un modello di stato che appare a molti spagnoli ormai esaurito. La contestazione al governo ha dunque ragioni molto profonde, che si sommano ai problemi contingenti del primo ministro Mariano Rajoy, schiacciato tra cittadini in difficoltà e pressanti richieste dí riequilibrio dei conti dalla Ue. S`è innescato un processo e non è affatto improbabile che la Spagna prossima ventura sarà molto diversa da quella del primo trentennio di democrazia.
(Mireno Berrettini – da Madrid)

Scontro fra generazioni

Quello a cui stiamo assistendo è il confronto, anche generazionale, tra chi considera i risultati della transizione immutabili e chi invece li contesta. Pare chiaro che qualsiasi soluzione passa attraverso una riforma della costituzione. Benché la monarchia e molti politici la considerino intoccabile, l`inserimento nel testo del pareggio di bilancio dimostra che non lo è. Sono dunque plausibili le richieste di rivedere l`assetto istituzionale. Richieste avanzate, guarda caso, dalle giovani generazioni, che non hanno vissuto la transizione e non sono condizionate dalla sua mitologia.

Jesus Maraña. (ex direttore di «Público», quotidiano progressista chiuso a febbraio 2012).

(da Panorama, 4-10-2012)




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.