La settimana della lingua italiana a Berlino‏

Posted on in Politica e lingue 11 vedi

Scritto da Berlino cacio e pepe in Vita quotidiana
Sono passati dieci anni dalla prima“Settimana della lingua italiana nel mondo” , nata all’epoca su iniziativa dell’allora Presidente dell’Accademia della Crusca Francesco Sabatini. Siamo quindi giunti all’undicesima edizione, i giorni sono un po’ più di sette visto che vanno dal 17 al 27 ottobre, il titolo è “Buon compleanno Italia” (riferito ai 150 anni dall’Unità) e la speranza dei tanti italiani sparpagliati nel globo è che i vari eventi organizzati possano interessare i vari “locali”, facendo un buon servizio alla nostra immagine culturale, che ne abbiamo davvero bisogno. Anche Berlino avrà la propria serie di appuntamenti, dopotutto siamo una delle città fuori dall’Italia in cui si parla di più italiano.

Martedì 18, presso l’Istituto italiano di Cultura (Hildebrandstrasse 2) , alle 19:00, lo scrittore Peter Schneider (che parla italiano ed ha vissuto in Italia) chiacchiererà con il Direttore dell’Istituto, Aldo Venturelli, sul tema: Un sogno italiano è ancora possibile?”. L’ingresso è gratuito, ma se siete interessati, mandate una mail con il vostro nominativo aantwort.iicberlino@esteri.it

Mercoledì 19 alle 19, sempre all’Istituto italiano di Cultura, il bravissimo storico Paul Ginsborg (ho studiato sui suoi libri anche all’università) presenterà il suo ultimo lavoroSalviamo L’Italia , pubblicato da Einaudi. Logicamente si parla del declino della nostra nazione, ma partendo dallo studio del passato, si mettono in evidenza anche quelle caratteristiche del nostro popolo a cui sarebbe bene affidarsi per risollevarci. L’evento è in italiano con traduzione simultanea in tedesca e assieme a Paul Ginsborg interverrà la scrittrice tedesca Susanne Schüssler. Anche in questo caso, se siete interessati, mandate una mail con il vostro nominativo a antwort.iicberlino@esteri.it , l’ingresso è gratuito.

Lunedì 24 Ottobre, alle 18 e 30, sempre presso l’Istituto Italiano di Cultura, proiezione del cortometraggio (26 minuti) realizzato da Alberto Angela (il figlio di Pieromagnificamente imitato da Neri Marcorè) dal titolo L’Italia del futuro: “un progetto fortemente voluto dal responsabile della Farnesina nell’ambito dei festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia per raccontare passato, presente e futuro del Bel Paese. Un percorso ricco di eccellenze, fiore all’occhiello dell’Italia, raccontato da un narratore d’eccezione come Alberto Angela. Dalla ricerca alle tecnologie di ultima generazione, dalla sanità all’arte, il filmato “L’Italia del futuro” è un viaggio affascinante ed emozionante che ripercorre la storia del nostro Paese, i suoi successi anche in prospettiva futura”.Successivamente si avrà modo di assistere al dibattito con Luca F.Ticini dell’Istituto Max Planck di Lipsia e Matteo Pardo (Addetto Scientifico dell’Ambasciata Italiana di Berlino) con moderazione del Direttore dell’Istituto italiano di Cultura a Berlino Aldo Venturelli L’ingresso è gratuito, ma se siete interessati, mandate una mail con il vostro nominativo a antwort.iicberlino@esteri.it.

Giovedì 27 , alle ore 18, un altro appuntamento, stavolta presso il Kulturforum am Matthäikirchplatz (Matthäikirchplatz – dietro la Berliner Philarmonie), è la mostra “Moda in Italia: 150 anni di eleganza (1861-2011). In questo caso, se volete avere maggiori informazioni, guardate il sito dei musei berlinesi: www.smb.museum/smb.

Una Italienische Nacht con il Quartetto di Roma è quella organizzata per il 29 Ottobre alle 20 presso la Berliner Philarmonie (Herbert von Karajan Strasse 1). Si suonerà Donizetti, Paganini, Puccini e Verdi. I biglietti sono acquistabili suwww.musikerportrait.com/stefan-bevier . Per maggiori informazioni sui punti vendita “dal vivo” per i biglietti, chiamate lo +49 (0)30 8822979.

Il 30 ottobre alle 19, sempre presso l’Istituto e sempre previa mail di registrazione, verrà presentato il libro di Umberto Eco Il cimitero di Praga alla presenza del suo traduttore Burkart Kroeber.

Dall’altro ieri poi, fino all’11 Novembre, 25 sculture di Vittorio Gentile sono esposte all’Istituto Italiano di Cultura a Berlino, e sono visitabili previa mail a antwort.iicberlino@esteri.it(una volta che vi recate lì per un evento, riuscite a vedere anche la mostra)

In più, se mandate una mail a eventi.berlino@esteri .it potrete chiedere anche una visita guidata gratuita nell’Ambasciata Italiana (i primi posti liberi sono il 21 novembre).

La frase del post

L’Italia è un paese pronto a piegarsi ai peggiori governi. È un paese dove tutto funziona male, come si sa. È un paese dove regna il disordine, il cinismo, l’incompetenza, la confusione. E tuttavia, per le strade, si sente circolare l’intelligenza, come un vivido sangue.

Natalia Ginzburg, Le piccole virtù, 1962

Per rimanere aggiornati su Berlino Cacio e Pepe, potete cliccare “mi piace” qui, ovvero sulla pagina facebook ufficiale di Berlino Cacio e pepe (più in basso invece trovate quella di Zingarate)

http://www.zingarate.com/network/berlin … rlino.html




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.