La regina Rania e la mancata traduzione in ebraico

Posted on in Politica e lingue 9 vedi

HAARETZ POLEMICO, LA REGINA GIORDANA SMENTISCE

"Rania non vuol tradurre la sua favola in ebraico"

di ALDO BAQUIS

A scuola Salma e Lily erano amiche per la pelle. Disegnavano assieme, giocavano assieme, saltavano la corda assieme. Ma quando giungeva il momento dello spuntino Salma era orripilata dai panini dell’americana Lily spalmati di burro di arachidi e gelatina, mentre Lily inorridiva a sua volta di fronte al pane pitta con l’hummus dell’amichetta, di retaggio arabo. Così comincia la novella autobiografica della regina di Giordania Rania – «Lo scambio del sandwich» che è stata lodata dalla critica americana e che si conclude con un lieto fine. Superando i pregiudizi iniziali, Salma e Lily riusciranno a persuadersi che per quanto bizzarra la merenda dell’amica non è affatto ripugnante, ma anzi stuzzica il palato. Un tentativo – ha spiegato la regina – di convincere i piccoli lettori a diventare «cittadini globali», a non temere mai le diversità culturali.
Per questa ragioni ha destato stupore una notizia pubblicata con evidenza da Haaretz secondo cui Rania avrebbe seccamente vietato la traduzione del libro in ebraico e la diffusione in Israele. Dalla Giordania ieri è subito partita la smentita: la regina – è stato precisato – non ha ricevuto alcuna proposta da case editrici israeliane. Il suo Paese, ha assicurato un portavoce, resta impegnato a perseguire i valori del dialogo e della tolleranza, che rappresentano il messaggio centrale del libro.
(Da La Stampa, 16/7/2010).




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.