La persecuzione del Popolo Mapuche

La persecuzione del Popolo Mapuche

LeggiL’associazione “Wenuykan Amicizia con il Popolo Mapuche” ci informa che “ieri, 16 ottobre 2007, all’Università Roma Tre due amiche Mapuche in attesa della visita di Michelle Bachelet sono state prelevate e portate in commissariato per identificazione e poi rilasciate. Le due amiche erano provviste di regolari documenti che avevano esibito anche ai poliziotti quando sono state fermate. In commissariato non sono state rilevate a loro carico infrazioni né reati. E’ questo il modo di nascondere la persecuzione contro i popoli nativi del Cile di cui la Bachelet è responsabile”.
La notizia viene riportata anche da Peace Reporter:
“Due signore cilene, Violeta Valenzuela, di 50 anni, e Jeannette Paillan di 38, quest’ultima in costume da indigena Mapuche,
sono state fermate stamane nel piazzale antistante all’Università di Roma Tre, dove la presidente del Cile Michelle Bachelet doveva inaugurare l’anno accademico.A quanto riferito da Gennaro Carotenuto, latinoamericanista che ha raccolto la denuncia, le due donne, circa 75 minuti prima dell’arrivo della presidente, avevano iniziato a distribuire volantini che denunciavano la situazione dei 50 prigionieri politici Mapuche detenuti in Cile. Cinque di loro, insieme a 20 familiari, sono da sei giorni in sciopero della fame a oltranza per denunciare le condizioni di detenzione. Violeta e Jeannette, la prima residente in Italia, la seconda in Spagna, avevano con loro uno striscione arrotolato che chiedeva la liberazione dei prigionieri politici Mapuche. Prima che potessero srotolarlo sono state bloccate dalla Polizia, che le ha portate in commissariato e le ha rilasciate dietro la promessa di non srotolare lo striscione in territorio italiano. Nei giorni scorsi, l’associazione pacifista Wenuykan, della quale le due signore fanno parte, aveva inviato una lettera al ministro per l’Università e la Ricerca Fabio Mussi, esponendo le loro ragioni affinché la Laurea Honoris Causa, che sarà concessa domani alla Bachelet dall’Università di Siena, venga cancellata”. Il Popolo Mapuche è un popolo che ancestralmente ha vissuto e praticato la diversità culturale internamente; tutt’oggi gli spazi territoriali sono considerati identità territoriali, non è un popolo uniformato ma valorizza e pratica politicamente una diversità territoriale interna. Ci sono moltissime identità territoriali che formano il popolo Mapuche: i Pehuelche, i Lafquenche, i Puehlche, i Huluche, sono solo alcuni esempi; oggi stanno cercando di recuperare i loro spazi ancestrali ma anche di recuperare la loro storia, i loro principi culturali che sono stati nascosti ed oggi sono fonte di ispirazione per questa lotta che continua da più di cinquecento anni. Sono più di un milione e quattrocento mila i Mapuche che oggi vivono in argentina ed in Cile.
Approfondimento: Argentina Patagonia – La storia del popolo Mapuche

Alessandro http://www.nativiamericani.it/?p=209

function OnTranscriptLoaded()
{

var p = window.parent;
var transcriptDiv = document.getElementById(“transcriptDiv”);
var colorDiv = document.getElementById(“colorDiv”);
var emoticonDiv = document.getElementById(“emoticonDiv”);

if (p != null &&
transcriptDiv != null &&
colorDiv != null &&
emoticonDiv != null)
{
var pp = p.parent;
if (pp != null)
{
var c = pp.conversationWindow;
if (c != null)
{
c.OnTranscriptLoaded(transcriptDiv, document.body, colorDiv, emoticonDiv);
}
}
}
}
< /script>

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.