Kefir, cos’è il latte fermentato del benessere.

Posted on in Verdestella.it 19 vedi

Esistono dei veri e propri “alimenti della salute” che possono essere consumati in particolari situazioni per chi soffre di alcune patologie e disturbi fastidiosi. Uno di questi è il Kefir, una bevanda che sembra essere un vero toccasana per il nostro benessere.

E’ molto popolare in Russia, in Armenia e oggi è conosciuto anche in Italia; ad esempio a Paestum in provincia di Salerno esiste un’azienda che produce il kefir.
Si tratta di un latte fermentato molto simile allo yogurt; ma non è uno yogurt.
Come si differenzia dallo yogurt?
La differenzia sostanziale sta nella diversa composizione di batteri che operano la trasformazione; nello yogurt ne abbiamo solo due: il lactobacillo e lo streptococco; mentre nei granuli di kefir la microflora specifica isolata è composta da lactobacilli, streptococchi, lactococchi, acetobacter e lieviti che vivono in simbiosi.
C’è un’altra differenza da fare ossia tra gli yogurt e i probiotici; non tutti gli yogurt sono infatti probiotici perché non basta aggiungere dei batteri al latte per farlo diventare un prodotto probiotico.
Devono essere batteri specifici; nel kefir i benefici dal punto di vista salutare sono superiori a quelli dello yogurt tradizionale e si avvicinano a quelli dei probiotici proprio perché la qualità dei batteri del kefir è diversa da quelli dello yogurt standard. Ed è proprio questo che fa la differenza perché non tutti i batteri sono utili al nostro tubo digerente.
Capiamo meglio cos’è il kefir, da cosa deriva e che proprietà ha.
Il kefyr è una bevanda a base di latte (ma esiste anche il kefir d’acqua) rinfrescante e salutare e nasce dalla fermentazione operata dai granuli di kefyr (detti Kefyran), che si formano spontaneamente sulla superficie interna di sacchi di pelle, di capra o di pecora, come quelli utilizzati un tempo dai pastori per conservare il latte appena munto. Non è stato ancora possibile ottenere tali granuli in laboratorio. Con la sua consistenza cremosa o liquida, il kefyr ha un sapore acidulo, un aroma dolce e può essere più o meno frizzante, questo per la presenza di lieviti, che generano anidride carbonica e piccolissime quantità di alcool.
Oltre ai fermenti il kefir contiene minerali e aminoacidi essenziali biodisponibili che aiutano a mantenere lo stato di salute dell’organismo. Le proteine di alto valore biologico presenti nel kefir sono meglio utilizzabili dall’organismo. Il triptofano, è un aminoacido essenziale abbondante nel kefir che ha effetti sul sistema nervoso anche perchè il kefir contiene in abbondanza calcio e magnesio biodisponibili, che sono importanti minerali in grado di migliorare la funzionalità’ del sistema nervoso. Sensibile è anche la liberazione di treonina, prolina e lisina. Il kefir fornisce ampia disponibilità di fosforo, che è uno dei più grandi elementi costitutivi del nostro corpo e aiuta ad utilizzare meglio i carboidrati, e le proteine per la crescita cellulare, per il loro mantenimento ed interagisce nell’accumulo e nella disponibilità energetica. Il kefir è ricco in Vitamina B9 (acido folico), B12 (cobalamina),B1 (tiamina) e vitamina K. E’ un eccellente sorgente di biotina; queste vitamine del gruppo B aiutano l’organismo a meglio assimilare altre vitamine del gruppo B come B5 (acido pantotenico). Il rifornimento adeguato di queste vitamine agisce positivamente nella regolazione del sistema nervoso e del sistema renale, e sembrano in grado di promuovere la longevità. E’ un buon prodotto alimentare per le persone lattosio intolleranti perchè ricco di Beta-galattosidasi (lattasi) ed è povero di lattosio in quanto con la fermentazione ne è stato idrolizzato circa il 30%.

Benefici del kefir
Il consumo quotidiano di kefir può aiutare a:
1) Regolarizzare le funzioni intestinali;
Il kefir stimola le proteine digestive, l’appetito e la peristalsi; promuove la salivazione e la secrezione degli enzimi da parte di stomaco e pancreas stimolando la digestione degli altri cibi, studi scientifici suggeriscono che possa aiutare a diminuire la quantità di colesterolo nel sangue;
2) Contrastare l’insediamento di germi pericolosi. Il kefir contiene una grande quantità di batteri lattici che hanno un’azione inibitoria nei confronti dei microbi putrefattivi e patogeni;
3) Stimolare la produzione di anticorpi dell’intestino e migliorare le difese immunitarie.
Grazie all’azione dei microrganismi il kefir è altamente digeribile ed è considerato il prodotto lattiero-caseario più adatto alle persone con problemi di intolleranza al lattosio

Il kefir è adatto a tutti
– A chi svolge attività sedentarie e desidera un alimento bilanciato e facilmente digeribile
– A chi desidera mangiare cibi naturali,salutari e nutrienti che possono rafforzare l’organismo e le difese immunitarie
– Per persone sotto trattamento antibiotico, perché in questi casi la loro flora intestinale viene disturbata o addirittura completamente distrutta
– Ai ragazzi che potranno beneficiare di un cibo energetico, digeribile, gradevole e sano e in grado di contrastare gli effetti negativi delle tante “porcherie” che oggi possono mangiare; assumendo nel contempo tanti elementi fondamentali per lo sviluppo come il Calcio,il Potassio e tante Vitamine
– Alle donne in attesa per il contenuto in acido folico fondamentale per lo sviluppo del feto. Durante lo svezzamento anche ai loro piccoli, per la capacità del kefir di aiutare a colonizzare l’apparato digerente con batteri “buoni”con tutti i benefici che ne conseguono.
– Per le persone anziane, i convalescenti e chi ha la digestione in subbuglio.

I benefici del kefir nelle donne
Il kefir è particolarmente adatto alle donne perché in poche calorie unisce gusto e tante componenti utili al nostro organismo. Il kefir contribuisce grandemente a promuove la peristalsi enterica nelle persone dall’intestino pigro, ciò lo rende molto indicato al consumo femminile e per tutte le persone che hanno problemi di stipsi. Studi scientifici delineano inoltre la possibilità che i probiotici del kefir intervengano per mantenere e ristabilire ,quando occorre, il giusto equilibrio intimo. E’ infine un valido alimento per le donne in gravidanza grazie al suo contenuto in acido folico (la vitamina B9) fondamentale per il corretto sviluppo del feto.

Il kefir nell’alimentazione del bambino
L’utilizzo del kefir nell’alimentazione dei bambini e dei ragazzi presenta tanti vantaggi: -potenziamento delle difese immunitarie;
-consumo di un alimento sano e bilanciato;
-possibilità di assumere una notevole fonte di calcio facilmente assimilabile, importantissimo per il corretto sviluppo delle ossa; e una fonte di potassio che aiuta lo sviluppo dei muscoli e una corretta crescita;
-possibilità di utilizzo anche in corso di patologie gastroenteriche con abbreviamento della sintomatologia.
I fermenti lattici sono conosciuti e utilizzati da tempo in ambito pediatrico. La somministrazione di queste specie batteriche con derivati fermentati del latte al posto di preparazioni farmacologiche specifiche per problemi intestinali offre vantaggi quali maggiore palatabilità, maggiore accettabilità da parte del bambino in modo da non avere la sensazione di assumere un farmaco, e contemporanea somministrazione di altri nutrienti quali, per esempio, il calcio e i prodotti di fermentazione del lattosio, che sono comunque fonti di energia di rapido utilizzo, arrivando alla fine ad un maggiore equilibrio nutrizionale.
L’identificazione dei ceppi batterici ad attività sempre più specifica (i probiotici), unitamente a specifici fattori di crescita (i prebiotici) potranno forse contribuire ad eliminare alcune delle differenze che in termini di risposta immunitaria, difese dagli agenti esterni e reazioni di tipo immunoallergico differenziano gli allattati al seno dagli allattati artificialmente.

Fonte: kefir.it

 

 

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.