Italiani all’estero, Razzi (Idv): Più italia nel mondo

Posted on in Politica e lingue 12 vedi

Tue, 03 Nov 2009 18:52:00

L’On.Razzi ha segnalato e suggerito al Dott.Ferrari di non dimenticare l’inclusione del link, tra i servizi che il Ministero offrirà on-line, riguardante la lingua e la cultura italiana.

Recentemente una Commissione parlamentare italiana, di cui ha fatto parte anche l’On. Antonio Razzi ha potuto prendere cognizione, in una presentazione avvenuta a Bruxelles, del programma messo a punto dal Ministero Affari Esteri relativo ai servizi consolari a distanza.

Un numero sempre maggiore di connazionali all’estero, potrà in tal modo, entrare in contatto con la Pubblica Amministrazione italiana ed in particolare con le strutture consolari più vicine: questo tipo di servizio on-line offre quindi al connazionale italiano emigrato all’estero la possibilità di essere subito in rete con il Consolato per fruire dei relativi servizi.

Il programma vedrà coinvolte molte capitali europee di diversi Stati ed anche importanti Metropoli.

L’On.Razzi, esaminando la rete dei servizi che il Ministero si propone di offrire si è complimentato molto per questa innovativa iniziativa che viene incontro alle esigenze degli italiani all’estero eliminando soprattutto odiose perdite di tempo.

Nel corso della presentazione, fatta dal consigliere Ministeriale Dott.Ferrari, l’On.Razzi ha avuto l’opportunità di suggerire l’inserimento di un altro servizio importante e di gran valore per i connazionali, evidenziando che sarebbe stato utile aggiungere un nuovo link destinato ai servizi scolastici ed alla cultura italiana all’estero.

Su questo tema, cioè sull’insegnamento della lingua italiana e divulgazione della cultura italiana, l’On.Razzi non perde occasione di far presente di come il tema sia di grandissima utilità per quella grande moltitudine di stranieri interessati all’apprendimento della nostra lingua e cultura.

In questo contesto, dunque, l’On.Razzi ha segnalato e suggerito al Dott.Ferrari di non dimenticare l’inclusione del link, tra i servizi che il Ministero offrirà on-line, riguardante la lingua e la cultura italiana.

Con grande soddisfazione l’On.Razzi ha potuto apprendere dal Ministero degli Affari esteri che il suggerimento è stato recepito e che quindi la versione definitiva dei servizi consolari on-line che verranno prossimamente offerti, includerà anche il link riguardante l’insegnamento e la divulgazione della lingua e della cultura italiana all’estero.

In questo modo l’On. Razzi vede coronare, nell’interesse della italianità e della divulgazione della lingua italiana all’estero, il proprio obiettivo per il quale si batte da anni: “con la lingua e la cultura italiana all’estero diamo lustro e visibilità a tutta la Nazione e al popolo italiano”.

Quello ottenuto dall’On. Razzi è di grande prestigio per tutti noi: più Italia nel mondo.

http://www.italiachiamaitalia.net/news/137/ARTICLE/18460/2009-11-03.html[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.