Istruzione: In piazza contro le Guerre Stellari linguistiche

Posted on in L'ERA comunica 10 vedi

[fimg=left]https://www.eraonlus.it/4/c1p8.png[/fimg]COMUNICATO STAMPA
Istruzione, Pagano (Radicali/ERA): “In piazza contro le Guerre Stellari linguistiche”
Dichiarazione di Giorgio Pagano – Radicali/ERA

“Quando l’intento di spersonalizzare e svilire una figura professionale e la totale mancanza di senso del ridicolo s’incontrano, possono nascere solo due cose: l’attuale politica del ministero dell’istruzione e le norme che introduce nel sistema scolastico”, ha dichiarato Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione radicale “Esperanto”.

“Con il Clil, l’insegnamento in inglese di materie non linguistiche, i docenti saranno indicati con i simboli dei livelli delle certificazioni linguistiche: B2, B1, etc. Il professor C1 avrà però un duplice vantaggio perché potrebbe anche non sapere un’acca della sua materia, ma sarebbe comunque superiore ai colleghi in quanto miglior conoscitore della lingua inglese; inoltre, avrà la fortuna di condividere il suo nuovo nome col simpatico robot della saga ‘Guerre Stellari'”, ha aggiunto Giorgio Pagano.

“Alcune regioni stanno già sperimentando questo modo originale di completare la devastazione del sistema scolastico, e le ‘cavallette della lingua italiana’ sono già a metà della distruzione del raccolto: infatti alcuni dei dirigenti coinvolti nella sperimentazione cominciano a rivolgersi, come avevo previsto, a madrelingua inglese per l’insegnamento, a discapito dei madrelingua italiani precari che rimarranno tali. Non è il caso d’attendere la previdibilissima seconda parte di questa operazione distruttiva, ossia il ricorso a case editrici anglo-americane per i testi scolasti delle materie interessate dal Clil: dobbiamo scendere in piazza subito contro il Clil e contro quest’assurdo autolesionismo sociale, occupazionale e culturale”, ha concluso Pagano.

Roma, 25 marzo 2011




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.