Interrogazione dell’On. Maran

Posted on in Politica e lingue 28 vedi

Il 24 settembre l'Onorevole Alessandro Maran ha rivolto al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali l'interrogazione che segue:

Premesso che:
– un numero sempre crescente di offerte di lavoro da parte di
organizzazioni internazionali, ufficialmente dirette a tutti i cittadini
europei, e' specificatamente rivolto a chi e' di madre lingua inglese
(“English mother tongue”, “English native speaker” ed anche “English mother
tongue or equivalent”), al punto che per i candidati non basta piu' una
conoscenza dell'inglese “good” o “excellent”;
– la discriminazione linguistica da parte delle organizzazioni
internazionali, che adottano sempre piu' l'inglese, e' una grave violazione
dell'articolo 2 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani;
– benche' ufficialmente contrarie alla discriminazione linguistica, la
Commissione europea ed altre istituzioni comunitarie finanziano
continuamente aziende che agiscono in modo discriminatorio contro chi non
e' di madre lingua inglese o fanno esse stesse offerte di lavoro solo per
coloro che parlano l'inglese dalla nascita:

se il Governo ritenga una discriminazione in questi casi e quali iniziative
intenda assumere affinche' si riconosca la natura discriminatoria delle
offerte di lavoro ufficialmente dirette a tutti i cittadini europei, ma in
realta' riservate a chi e' di madre lingua inglese e affinche' si obblighi
la Commissione europea – a tutela dei cittadini italiani e della pari
dignita' di tutte le lingue ufficiali dell'Unione europea – ed assicurarsi
che non vi saranno piu' finanziamenti ad organizzazioni ed aziende europee
che agiscono in modo discriminatorio contro chi non e' di madre lingua
inglese, nonche' a studiare metodi e rimedi per evitare discriminazioni
linguistiche da parte di organizzazioni da esse finanziate del tutto o in
parte.
[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.