Inglese nelle scuole: ormai è questione di difesa nazionale

Posted on in L'ERA comunica 3 vedi

Inglese nelle scuole: ormai è questione di difesa nazionale.
• Dichiarazione di Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale “Esperanto”
 
Con la nuova riforma scolastica del Ministro Gelmini lo studio dell’inglese diventa obbligatorio in tutti e 5 anni gli anni delle scuole superiori e nei licei Musicale, Artistico e delle Scienze umane al quinto anno addirittura una disciplina non linguisticaviene insegnata completamente in inglese.Oggi ogni italiano paga in modo occulto il tributo di 900 euro l’anno ai popoli anglofoni,Gran Bretagna in testa, per l’apprendimento della loro lingua: altro che ICI!Ora, tale tributo è destinato per l’Italia ad alzarsi notevolmente, infatti prevedere anche materie curriculari in lingua inglese significherà assumere docenti madrelingua inglese, acquistare libri in inglese, magari di filosofia o di arte.Mentre il Ministro Ronchi porta avanti in Europa una campagna di difesa della lingua italiana, in Italia assistiamo al suo smorzamento, al suo sempre più ridotto spazio di manovra e nella alfabetizzazione superiore, rendendo così in-credibile la difesa della lingua italiana all’estero.
I “capaci di tutto”, incapaci di pensare a soluzioni innovative e non discriminatorie, sono anche capaci di questo: distruggere l’italiano in Patria e farsi passare per coloro che lo difendono fuori.I fascisti hanno fatto perdere all’Italia una guerra mondiale, ma da una guerra persa cisi può risollevare; costoro stanno svendendo l’identità collettiva, stanno lavorando inesorabilmente al suicidio culturale del proprio popolo, alla distruzione della nazione italiana. Per questo, ormai,la questione linguistica è questione di difesa nazionale e la nuova guerra mondiale è la guerra delle lingue: dominare il mondo attraverso la lingua,distruggere i popoli favorendo la distruzione della loro lingua. Ciò che non è riuscito ai tedeschi con la guerra guerreggiata, i “capaci di tutto” e i “buoni a nulla” lo stanno rendendo possibile, persino ammantandolo ridicolmente di modernità, ai popoli anglofoni con la sottomissione linguistica degli italiani. Smorza Italia.

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.