In Gazzetta il Decreto Gelmini: Un altro duro colpo al precariato

Posted on in L'ERA comunica 38 vedi

[fimg=left]https://www.eraonlus.it/4/gelmini.jpg[/fimg]In Gazzetta il Decreto Gelmini, Pagano (Radicali/ERA): “Un altro duro colpo al precariato”

Dichiarazione di Giorgio Pagano – Radicali/ERA

“Un altro duro colpo al precariato”, commenta Giorgio Pagano, Segretario dell’ERA Onlus, la notizia dell’entrata in vigore del Decreto n. 249 del 10 settembre 2010, pubblicato ieri dalla Gazzetta Ufficiale.

“Avevamo presentato un appello al Capo dello Stato contro questo decreto, assieme alla FLC/CGIL, proprio per impedire che andasse ad infrangersi contro la già grave situazione del precariato in ambito scolastico. Il Decreto prevede l’obbligo del raggiungimento del livello B2 d’inglese per tutti i docenti di qualsiasi disciplina, equivalente al First Certificate dell’Università di Cambridge, secondo molti studi britannici difficile da ottenere anche per molti madrelingua”, spiega Pagano.

“Ci sono migliaia di precari, per i quali non è prevista nessuna formazione, che dovranno pagarsi di tasca loro costosi corsi privati per poter accedere all’abilitazione. Il provvedimento è contrario agli art. 3 e 4 della nostra Costituzione, in quanto chi ha più soldi e può permettersi corsi migliori avrà più probabilità di fare il docente, e all’art. 36, secondo il quale se un lavoratore spende tempo e danaro per acquisire una competenza non richiesta dal proprio contratto dovrebbe essere retribuito di più rispetto agli altri: mi dispiace che il Capo dello Stato non sia ancora intervenuto in qualità di garante della Carta Costituzionale”, conclude Pagano.




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.