In aula guerra di bandiere e dialetti

Posted on in Politica e lingue 23 vedi

In Aula Italiano lingua ufficiale: guerra di bandiere e dialetti

La proposta di legge che modifica l’articolo 12 della Costituzione con il riconoscimento della lingua italiana come lingua ufficiale è stata approvata (con i voti contrari di Lega e Rifondazione), ma non senza polemiche e bagarre.

“U gattu d’u parrino doppo sei misi parla latino”, cioè il gatto del prete dopo sei mesi parla latino: la provocazione – sotto forma di un proverbio siciliano, declamato peraltro da un ‘lumbard’ – arriva dai banchi della Lega e in aula a Montecitorio si scatena la guerra delle bandiere. Al voto finale, i deputati del Carroccio sventolano i vessilli di Veneto, Lombardia e Piemonte. Ma la risposta di An non si fa attendere ed ecco apparire le bandiere tricolore. Ora, la proposta di legge passerà al Senato per la seconda lettura: trattandosi di una modifica costituzionale il testo necessita di una doppia deliberazione in ogni Camera.

(Da La Nazione, 29/3/2007).

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.