Il traduttore virtuale di Messenger

Posted on in Politica e lingue 18 vedi

Internet

Col traduttore di Messenger parli anche in cinese

di Ernesto Assante

Windows Live Messenger è senza alcun dubbio il servizio di messaggistica istantanea più utilizzato dagli italiani, con oltre 12 milioni di utenti unici (Fonte Nielsen Ondine maggio 2008). Usato soprattutto dai giovanissimi, come strumento di comunicazione privilegiato, spesso addirittura in alternativa al telefono, proprio perché consente di comunicare all’interno del proprio gruppo di amici, Live Messenger è in costante crescita. E per allungare il suo territorio d’intervento (viene usato infatti sempre più spesso anche in ambiti professionali) arricchisce i propri servizi con Tbot, un traduttore virtuale che permette di superare le barriere linguistiche, aiutando gli utenti nelle conversazioni in lingue diverse dalla propria. Come funziona? Basta aggiungere Tbot come contatto nella propria lista di amici di Windows Live Messenger, scrivere nella propria lingua, e Tbot svolgerà tutto il lavoro, traducendo sia i testi in entrata sia quelli in uscita. Per ora in Italia esegue traduzioni da e verso l’inglese, ma nei prossimi mesi si arricchirà di undici lingue: arabo, cinese semplificato, cinese tradizionale, olandese, francese, tedesco, italiano, giapponese, coreano, portoghese e spagnolo.

(Da Il Venerdì di Repubblica, 3/10/2008).

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.