IL SACCO DEL SAPERE IN ITALIANO CONTINUA: E’ L’ORA DI TOR VERGATA.

Posted on in L'ERA comunica 22 vedi

IL “SACCO” DEL SAPERE IN ITALIANO CONTINUA: E’ L’ORA DI TOR VERGATA
Dichiarazione di Giorgio Pagano, Segretario dell’associazione radicale
“Esperanto”.

Riguardo alla inaugurazione odierna del primo corso di laurea in
Farmacia interamente in lingua inglese presso l’Università di Tor Vergata di Roma, il segretario dell’associazione radicale “Esperanto” Giorgio Pagano
dichiara: “I nuovi barbari, distruttori del sapere in italiano non vengono da Paesi stranieri. Bensì sono tra noi. Come in un film dell’orrore alieno, i mutanti sono qui, hanno posti di responsabilità e dirigono il Paese verso l’autodistruzione culturale, la morte dell’alfabetizzazione superiore in lingua italiana con il distacco definitivo dalla gente, dal popolo, dagli italiani. Così mentre la partitocrazia distrugge l’Italia, gli alieni delle nostre Università
distruggono l’italiano e annientano il sapere in lingua italiana.
“Dopo l’istituzione del corso di ingegneria tessile interamente in inglese al Politecnico di Torino – continua Pagano – ora anche a Tor Vergata è vietato divenire farmacisti nella propria lingua madre. E tutti, dal Sottosegretario alla Salute Fazio al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Crimi, sembrano contenti di partecipare al sacco del sapere in lingua italiana, grandi maggiordomi del colonialismo del 3° millennio, quello che passa non per il genocidio bensì per l’etnicidio dei popoli”.
Nessuno, tranne i radicali, sembra voler sottolineare che questa iniziativa, oltre che essere contraria al “principio di una economia aperta e in libera concorrenza” come recita l’Art. 4 del Trattato istitutivo dell’Unione europea, comporterà l’assunzione di un numero sempre maggiore di docenti
madrelingua inglese a scapito di quelli italiani. In un momento dove perdere il lavoro è uno spauracchio per molti a Tor Vergata non averlo mai per i nostri docenti fa felice il Rettore Alessandro Finazzi Agrò.

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.