Il romanziere che aveva scelto l’Esperanto

Posted on in Politica e lingue 25 vedi

Addii

Claude Piron, il romanziere che aveva scelto l’esperanto

Lo scrittore belga Claude Piron, l’autore più noto a scrivere racconti e romanzi in esperanto, è morto nella sua casa di Gland all’età di 77 anni. Membro della Accademia di Esperanto, membro onorario dell’Associazione Universale Esperanto e membro dell’Associazione scrittori in lingua esperanto, Piron è stato uno dei più noti paladini a livello internazionale nel propugnare l’uso della lingua universale in diplomazia e letteratura per favorire la concordia tra i popoli. Le sue opere comprendono manuali, racconti, romanzi, novelle, poesie, saggi e articoli. Tra i suoi libri più importanti in esperanto figurano «Gerda Malaperis» (Gerda è sparita) e «La Bona Lingvo» (La buona lingua). Dal 1956 al 1961 Piron fu traduttore per le Nazioni Unite e quindi lavorò per l’Organizzazione mondiale della Sanità, scrivendo molte opere in esperanto, che aveva già appreso nell’infanzia. Insegnò l’esperanto presso la Università di San Francisco, in California e dal 1973 al 1994 è stato professore all’Università di Ginevra.

(Dal Corriere della Sera, 11/2/2008).

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.