Il quotidiano della Lega anche in dialetto

Posted on in Politica e lingue 10 vedi

L’ultima della Lega: la Padania oggi è bilingue, italiano e veneto

Il quotidiano del Carroccio dà seguito alla proposta di Bossi

La Lega fa sul serio. Vuole la reintroduzione dei dialetti, e comunque la loro ri-valorizzazione, e dà l’esempio in prima persona. Come? Parlando essa stessa in dialetto. Lo strumento sarà il giornale del partito, “La Padania”, che oggi esce in doppia versione, una in italiano e una in dialetto, veneto per questa volta, qualche numero prossimo magari in lombardo, così, per non scontentare nessuno, almeno al Nord.

Con apposito comunicato ufficiale, la redazione della Padania ha voluto annunciare urbi et orbi l’iniziativa “dialettale”: «Domani il quotidiano La Padania uscirà con una doppia copertina e dedicherà la prima pagina a servizi in lingua veneta scritti nell’idioma della Serenissima» da Luca Zaia, Federico Bricolo, Marino Finozzi e Roberto Chiambretti. «Il quotidiano del Carroccio – prosegue il comunicato – tiene così alto il dibattito sull’identità lanciato da Umberto Bossi, tema che coinvolge le istituzioni scolastiche e l’informazione televisiva pubblica». Prosegue intanto, tra polemiche e punzecchiature, il dibattito aperto dal ministro Luca Zaia perché la Tv proponga fiction dialettali. Il ministro leghista dell’Agricoltura torna sul tema e insiste e polemizza: «Da azienda pubblica radiotelevisiva nata per favorire le culture territoriali, Rai 3 è divenuta megafono esclusivo di una parte». Tornando alla proposta delle fiction in dialetto, Zaia precisa che essa nasce dall’esigenza «che il servizio pubblico si faccia carico (esattamente come dovrebbe fare la scuola) di una battaglia culturale tesa a salvaguardare le identità nazionali». Gli replica dal Pd la veneta Colomba Mongiello, che invita il ministro a occuparsi delle questioni legate al suo settore rispondendo se vuole «anche in dialetto».

(Da Il Messaggero, 13/8/2009).

[addsig]




9 Commenti

Daniela Giglioli
Daniela Giglioli

L’ultima della Lega: la Padania oggi è bilingue, italiano e veneto <br /><br />
<br /><br />
Il quotidiano del Carroccio dà seguito alla proposta di Bossi <br /><br />
<br /><br />
<br /><br />
La Lega fa sul serio. Vuole la reintroduzione dei dialetti, e comunque la loro ri-valorizzazione, e dà l’esempio in prima persona. Come? Parlando essa stessa in dialetto. Lo strumento sarà il giornale del partito, "La Padania", che oggi esce in doppia versione, una in italiano e una in dialetto, veneto per questa volta, qualche numero prossimo magari in lombardo, così, per non scontentare nessuno, almeno al Nord. <br /><br />
Con apposito comunicato ufficiale, la redazione della Padania ha voluto annunciare urbi et orbi l’iniziativa "dialettale": «Domani il quotidiano La Padania uscirà con una doppia copertina e dedicherà la prima pagina a servizi in lingua veneta scritti nell’idioma della Serenissima» da Luca Zaia, Federico Bricolo, Marino Finozzi e Roberto Chiambretti. «Il quotidiano del Carroccio - prosegue il comunicato - tiene così alto il dibattito sull’identità lanciato da Umberto Bossi, tema che coinvolge le istituzioni scolastiche e l’informazione televisiva pubblica». Prosegue intanto, tra polemiche e punzecchiature, il dibattito aperto dal ministro Luca Zaia perché la Tv proponga fiction dialettali. Il ministro leghista dell’Agricoltura torna sul tema e insiste e polemizza: «Da azienda pubblica radiotelevisiva nata per favorire le culture territoriali, Rai 3 è divenuta megafono esclusivo di una parte». Tornando alla proposta delle fiction in dialetto, Zaia precisa che essa nasce dall’esigenza «che il servizio pubblico si faccia carico (esattamente come dovrebbe fare la scuola) di una battaglia culturale tesa a salvaguardare le identità nazionali». Gli replica dal Pd la veneta Colomba Mongiello, che invita il ministro a occuparsi delle questioni legate al suo settore rispondendo se vuole «anche in dialetto». <br /><br />
(Da Il Messaggero, 13/8/2009).<br /><br />
[addsig]

Daniela Giglioli
Daniela Giglioli

L’ultima della Lega: la Padania oggi è bilingue, italiano e veneto <br /><br />
<br /><br />
Il quotidiano del Carroccio dà seguito alla proposta di Bossi <br /><br />
<br /><br />
<br /><br />
La Lega fa sul serio. Vuole la reintroduzione dei dialetti, e comunque la loro ri-valorizzazione, e dà l’esempio in prima persona. Come? Parlando essa stessa in dialetto. Lo strumento sarà il giornale del partito, "La Padania", che oggi esce in doppia versione, una in italiano e una in dialetto, veneto per questa volta, qualche numero prossimo magari in lombardo, così, per non scontentare nessuno, almeno al Nord. <br /><br />
Con apposito comunicato ufficiale, la redazione della Padania ha voluto annunciare urbi et orbi l’iniziativa "dialettale": «Domani il quotidiano La Padania uscirà con una doppia copertina e dedicherà la prima pagina a servizi in lingua veneta scritti nell’idioma della Serenissima» da Luca Zaia, Federico Bricolo, Marino Finozzi e Roberto Chiambretti. «Il quotidiano del Carroccio - prosegue il comunicato - tiene così alto il dibattito sull’identità lanciato da Umberto Bossi, tema che coinvolge le istituzioni scolastiche e l’informazione televisiva pubblica». Prosegue intanto, tra polemiche e punzecchiature, il dibattito aperto dal ministro Luca Zaia perché la Tv proponga fiction dialettali. Il ministro leghista dell’Agricoltura torna sul tema e insiste e polemizza: «Da azienda pubblica radiotelevisiva nata per favorire le culture territoriali, Rai 3 è divenuta megafono esclusivo di una parte». Tornando alla proposta delle fiction in dialetto, Zaia precisa che essa nasce dall’esigenza «che il servizio pubblico si faccia carico (esattamente come dovrebbe fare la scuola) di una battaglia culturale tesa a salvaguardare le identità nazionali». Gli replica dal Pd la veneta Colomba Mongiello, che invita il ministro a occuparsi delle questioni legate al suo settore rispondendo se vuole «anche in dialetto». <br /><br />
(Da Il Messaggero, 13/8/2009).<br /><br />
[addsig]

Daniela Giglioli
Daniela Giglioli

L’ultima della Lega: la Padania oggi è bilingue, italiano e veneto <br /><br />
<br /><br />
Il quotidiano del Carroccio dà seguito alla proposta di Bossi <br /><br />
<br /><br />
<br /><br />
La Lega fa sul serio. Vuole la reintroduzione dei dialetti, e comunque la loro ri-valorizzazione, e dà l’esempio in prima persona. Come? Parlando essa stessa in dialetto. Lo strumento sarà il giornale del partito, "La Padania", che oggi esce in doppia versione, una in italiano e una in dialetto, veneto per questa volta, qualche numero prossimo magari in lombardo, così, per non scontentare nessuno, almeno al Nord. <br /><br />
Con apposito comunicato ufficiale, la redazione della Padania ha voluto annunciare urbi et orbi l’iniziativa "dialettale": «Domani il quotidiano La Padania uscirà con una doppia copertina e dedicherà la prima pagina a servizi in lingua veneta scritti nell’idioma della Serenissima» da Luca Zaia, Federico Bricolo, Marino Finozzi e Roberto Chiambretti. «Il quotidiano del Carroccio - prosegue il comunicato - tiene così alto il dibattito sull’identità lanciato da Umberto Bossi, tema che coinvolge le istituzioni scolastiche e l’informazione televisiva pubblica». Prosegue intanto, tra polemiche e punzecchiature, il dibattito aperto dal ministro Luca Zaia perché la Tv proponga fiction dialettali. Il ministro leghista dell’Agricoltura torna sul tema e insiste e polemizza: «Da azienda pubblica radiotelevisiva nata per favorire le culture territoriali, Rai 3 è divenuta megafono esclusivo di una parte». Tornando alla proposta delle fiction in dialetto, Zaia precisa che essa nasce dall’esigenza «che il servizio pubblico si faccia carico (esattamente come dovrebbe fare la scuola) di una battaglia culturale tesa a salvaguardare le identità nazionali». Gli replica dal Pd la veneta Colomba Mongiello, che invita il ministro a occuparsi delle questioni legate al suo settore rispondendo se vuole «anche in dialetto». <br /><br />
(Da Il Messaggero, 13/8/2009).<br /><br />
[addsig]

Daniela Giglioli
Daniela Giglioli

L’ultima della Lega: la Padania oggi è bilingue, italiano e veneto <br /><br />
<br /><br />
Il quotidiano del Carroccio dà seguito alla proposta di Bossi <br /><br />
<br /><br />
<br /><br />
La Lega fa sul serio. Vuole la reintroduzione dei dialetti, e comunque la loro ri-valorizzazione, e dà l’esempio in prima persona. Come? Parlando essa stessa in dialetto. Lo strumento sarà il giornale del partito, "La Padania", che oggi esce in doppia versione, una in italiano e una in dialetto, veneto per questa volta, qualche numero prossimo magari in lombardo, così, per non scontentare nessuno, almeno al Nord. <br /><br />
Con apposito comunicato ufficiale, la redazione della Padania ha voluto annunciare urbi et orbi l’iniziativa "dialettale": «Domani il quotidiano La Padania uscirà con una doppia copertina e dedicherà la prima pagina a servizi in lingua veneta scritti nell’idioma della Serenissima» da Luca Zaia, Federico Bricolo, Marino Finozzi e Roberto Chiambretti. «Il quotidiano del Carroccio - prosegue il comunicato - tiene così alto il dibattito sull’identità lanciato da Umberto Bossi, tema che coinvolge le istituzioni scolastiche e l’informazione televisiva pubblica». Prosegue intanto, tra polemiche e punzecchiature, il dibattito aperto dal ministro Luca Zaia perché la Tv proponga fiction dialettali. Il ministro leghista dell’Agricoltura torna sul tema e insiste e polemizza: «Da azienda pubblica radiotelevisiva nata per favorire le culture territoriali, Rai 3 è divenuta megafono esclusivo di una parte». Tornando alla proposta delle fiction in dialetto, Zaia precisa che essa nasce dall’esigenza «che il servizio pubblico si faccia carico (esattamente come dovrebbe fare la scuola) di una battaglia culturale tesa a salvaguardare le identità nazionali». Gli replica dal Pd la veneta Colomba Mongiello, che invita il ministro a occuparsi delle questioni legate al suo settore rispondendo se vuole «anche in dialetto». <br /><br />
(Da Il Messaggero, 13/8/2009).<br /><br />
[addsig]

Daniela Giglioli
Daniela Giglioli

L’ultima della Lega: la Padania oggi è bilingue, italiano e veneto <br /><br />
<br /><br />
Il quotidiano del Carroccio dà seguito alla proposta di Bossi <br /><br />
<br /><br />
<br /><br />
La Lega fa sul serio. Vuole la reintroduzione dei dialetti, e comunque la loro ri-valorizzazione, e dà l’esempio in prima persona. Come? Parlando essa stessa in dialetto. Lo strumento sarà il giornale del partito, "La Padania", che oggi esce in doppia versione, una in italiano e una in dialetto, veneto per questa volta, qualche numero prossimo magari in lombardo, così, per non scontentare nessuno, almeno al Nord. <br /><br />
Con apposito comunicato ufficiale, la redazione della Padania ha voluto annunciare urbi et orbi l’iniziativa "dialettale": «Domani il quotidiano La Padania uscirà con una doppia copertina e dedicherà la prima pagina a servizi in lingua veneta scritti nell’idioma della Serenissima» da Luca Zaia, Federico Bricolo, Marino Finozzi e Roberto Chiambretti. «Il quotidiano del Carroccio - prosegue il comunicato - tiene così alto il dibattito sull’identità lanciato da Umberto Bossi, tema che coinvolge le istituzioni scolastiche e l’informazione televisiva pubblica». Prosegue intanto, tra polemiche e punzecchiature, il dibattito aperto dal ministro Luca Zaia perché la Tv proponga fiction dialettali. Il ministro leghista dell’Agricoltura torna sul tema e insiste e polemizza: «Da azienda pubblica radiotelevisiva nata per favorire le culture territoriali, Rai 3 è divenuta megafono esclusivo di una parte». Tornando alla proposta delle fiction in dialetto, Zaia precisa che essa nasce dall’esigenza «che il servizio pubblico si faccia carico (esattamente come dovrebbe fare la scuola) di una battaglia culturale tesa a salvaguardare le identità nazionali». Gli replica dal Pd la veneta Colomba Mongiello, che invita il ministro a occuparsi delle questioni legate al suo settore rispondendo se vuole «anche in dialetto». <br /><br />
(Da Il Messaggero, 13/8/2009).<br /><br />
[addsig]

Daniela Giglioli
Daniela Giglioli

L’ultima della Lega: la Padania oggi è bilingue, italiano e veneto <br /><br />
<br /><br />
Il quotidiano del Carroccio dà seguito alla proposta di Bossi <br /><br />
<br /><br />
<br /><br />
La Lega fa sul serio. Vuole la reintroduzione dei dialetti, e comunque la loro ri-valorizzazione, e dà l’esempio in prima persona. Come? Parlando essa stessa in dialetto. Lo strumento sarà il giornale del partito, "La Padania", che oggi esce in doppia versione, una in italiano e una in dialetto, veneto per questa volta, qualche numero prossimo magari in lombardo, così, per non scontentare nessuno, almeno al Nord. <br /><br />
Con apposito comunicato ufficiale, la redazione della Padania ha voluto annunciare urbi et orbi l’iniziativa "dialettale": «Domani il quotidiano La Padania uscirà con una doppia copertina e dedicherà la prima pagina a servizi in lingua veneta scritti nell’idioma della Serenissima» da Luca Zaia, Federico Bricolo, Marino Finozzi e Roberto Chiambretti. «Il quotidiano del Carroccio - prosegue il comunicato - tiene così alto il dibattito sull’identità lanciato da Umberto Bossi, tema che coinvolge le istituzioni scolastiche e l’informazione televisiva pubblica». Prosegue intanto, tra polemiche e punzecchiature, il dibattito aperto dal ministro Luca Zaia perché la Tv proponga fiction dialettali. Il ministro leghista dell’Agricoltura torna sul tema e insiste e polemizza: «Da azienda pubblica radiotelevisiva nata per favorire le culture territoriali, Rai 3 è divenuta megafono esclusivo di una parte». Tornando alla proposta delle fiction in dialetto, Zaia precisa che essa nasce dall’esigenza «che il servizio pubblico si faccia carico (esattamente come dovrebbe fare la scuola) di una battaglia culturale tesa a salvaguardare le identità nazionali». Gli replica dal Pd la veneta Colomba Mongiello, che invita il ministro a occuparsi delle questioni legate al suo settore rispondendo se vuole «anche in dialetto». <br /><br />
(Da Il Messaggero, 13/8/2009).<br /><br />
[addsig]

Daniela Giglioli
Daniela Giglioli

L’ultima della Lega: la Padania oggi è bilingue, italiano e veneto <br /><br />
<br /><br />
Il quotidiano del Carroccio dà seguito alla proposta di Bossi <br /><br />
<br /><br />
<br /><br />
La Lega fa sul serio. Vuole la reintroduzione dei dialetti, e comunque la loro ri-valorizzazione, e dà l’esempio in prima persona. Come? Parlando essa stessa in dialetto. Lo strumento sarà il giornale del partito, "La Padania", che oggi esce in doppia versione, una in italiano e una in dialetto, veneto per questa volta, qualche numero prossimo magari in lombardo, così, per non scontentare nessuno, almeno al Nord. <br /><br />
Con apposito comunicato ufficiale, la redazione della Padania ha voluto annunciare urbi et orbi l’iniziativa "dialettale": «Domani il quotidiano La Padania uscirà con una doppia copertina e dedicherà la prima pagina a servizi in lingua veneta scritti nell’idioma della Serenissima» da Luca Zaia, Federico Bricolo, Marino Finozzi e Roberto Chiambretti. «Il quotidiano del Carroccio - prosegue il comunicato - tiene così alto il dibattito sull’identità lanciato da Umberto Bossi, tema che coinvolge le istituzioni scolastiche e l’informazione televisiva pubblica». Prosegue intanto, tra polemiche e punzecchiature, il dibattito aperto dal ministro Luca Zaia perché la Tv proponga fiction dialettali. Il ministro leghista dell’Agricoltura torna sul tema e insiste e polemizza: «Da azienda pubblica radiotelevisiva nata per favorire le culture territoriali, Rai 3 è divenuta megafono esclusivo di una parte». Tornando alla proposta delle fiction in dialetto, Zaia precisa che essa nasce dall’esigenza «che il servizio pubblico si faccia carico (esattamente come dovrebbe fare la scuola) di una battaglia culturale tesa a salvaguardare le identità nazionali». Gli replica dal Pd la veneta Colomba Mongiello, che invita il ministro a occuparsi delle questioni legate al suo settore rispondendo se vuole «anche in dialetto». <br /><br />
(Da Il Messaggero, 13/8/2009).<br /><br />
[addsig]

Daniela Giglioli
Daniela Giglioli

L’ultima della Lega: la Padania oggi è bilingue, italiano e veneto <br /><br />
<br /><br />
Il quotidiano del Carroccio dà seguito alla proposta di Bossi <br /><br />
<br /><br />
<br /><br />
La Lega fa sul serio. Vuole la reintroduzione dei dialetti, e comunque la loro ri-valorizzazione, e dà l’esempio in prima persona. Come? Parlando essa stessa in dialetto. Lo strumento sarà il giornale del partito, "La Padania", che oggi esce in doppia versione, una in italiano e una in dialetto, veneto per questa volta, qualche numero prossimo magari in lombardo, così, per non scontentare nessuno, almeno al Nord. <br /><br />
Con apposito comunicato ufficiale, la redazione della Padania ha voluto annunciare urbi et orbi l’iniziativa "dialettale": «Domani il quotidiano La Padania uscirà con una doppia copertina e dedicherà la prima pagina a servizi in lingua veneta scritti nell’idioma della Serenissima» da Luca Zaia, Federico Bricolo, Marino Finozzi e Roberto Chiambretti. «Il quotidiano del Carroccio - prosegue il comunicato - tiene così alto il dibattito sull’identità lanciato da Umberto Bossi, tema che coinvolge le istituzioni scolastiche e l’informazione televisiva pubblica». Prosegue intanto, tra polemiche e punzecchiature, il dibattito aperto dal ministro Luca Zaia perché la Tv proponga fiction dialettali. Il ministro leghista dell’Agricoltura torna sul tema e insiste e polemizza: «Da azienda pubblica radiotelevisiva nata per favorire le culture territoriali, Rai 3 è divenuta megafono esclusivo di una parte». Tornando alla proposta delle fiction in dialetto, Zaia precisa che essa nasce dall’esigenza «che il servizio pubblico si faccia carico (esattamente come dovrebbe fare la scuola) di una battaglia culturale tesa a salvaguardare le identità nazionali». Gli replica dal Pd la veneta Colomba Mongiello, che invita il ministro a occuparsi delle questioni legate al suo settore rispondendo se vuole «anche in dialetto». <br /><br />
(Da Il Messaggero, 13/8/2009).<br /><br />
[addsig]

Daniela Giglioli
Daniela Giglioli

L’ultima della Lega: la Padania oggi è bilingue, italiano e veneto <br /><br />
<br /><br />
Il quotidiano del Carroccio dà seguito alla proposta di Bossi <br /><br />
<br /><br />
<br /><br />
La Lega fa sul serio. Vuole la reintroduzione dei dialetti, e comunque la loro ri-valorizzazione, e dà l’esempio in prima persona. Come? Parlando essa stessa in dialetto. Lo strumento sarà il giornale del partito, "La Padania", che oggi esce in doppia versione, una in italiano e una in dialetto, veneto per questa volta, qualche numero prossimo magari in lombardo, così, per non scontentare nessuno, almeno al Nord. <br /><br />
Con apposito comunicato ufficiale, la redazione della Padania ha voluto annunciare urbi et orbi l’iniziativa "dialettale": «Domani il quotidiano La Padania uscirà con una doppia copertina e dedicherà la prima pagina a servizi in lingua veneta scritti nell’idioma della Serenissima» da Luca Zaia, Federico Bricolo, Marino Finozzi e Roberto Chiambretti. «Il quotidiano del Carroccio - prosegue il comunicato - tiene così alto il dibattito sull’identità lanciato da Umberto Bossi, tema che coinvolge le istituzioni scolastiche e l’informazione televisiva pubblica». Prosegue intanto, tra polemiche e punzecchiature, il dibattito aperto dal ministro Luca Zaia perché la Tv proponga fiction dialettali. Il ministro leghista dell’Agricoltura torna sul tema e insiste e polemizza: «Da azienda pubblica radiotelevisiva nata per favorire le culture territoriali, Rai 3 è divenuta megafono esclusivo di una parte». Tornando alla proposta delle fiction in dialetto, Zaia precisa che essa nasce dall’esigenza «che il servizio pubblico si faccia carico (esattamente come dovrebbe fare la scuola) di una battaglia culturale tesa a salvaguardare le identità nazionali». Gli replica dal Pd la veneta Colomba Mongiello, che invita il ministro a occuparsi delle questioni legate al suo settore rispondendo se vuole «anche in dialetto». <br /><br />
(Da Il Messaggero, 13/8/2009).<br /><br />
[addsig]

You need or account to post comment.