Il nostro programma politico: abolire la tassa della lingua inglese

Posted on in L'ERA comunica 4 vedi

Dichiarazione di Giorgio Pagano alla 3^ manifestazione d’indipendenza dalla lingua inglese davanti al British Council

“Per sapere a quanto ammonta la tassa che il mondo paga al British Council basterebbe fare un semplice calcolo a partire dai volantini che oggi abbiamo trovato in distribuzione alla sede romana.
Ogni anno, recita il depliant, oltre un milione e mezzo di persone nel mondo si prepara agli esami Cambridge Esol. Prendendo in considerazione anche solo la preparazione di 90 ore di inglese, dal costo di 1170 euro, si arriverebbe alla cifra di 1 miliardo e 755 milioni di euro.
Sono cifre impressionanti come queste che ben fanno comprendere l’offensiva che il governo inglese vuole mettere in atto in Paesi popolosissimi come Cina e India, dove si ha a che fare non con qualche decina di milioni di abitanti ma con oltre 2 miliardi e 300 milioni di persone.
Oggi il ruolo dei radicali transnazionali è quello di denunciare l’arricchimento monopolistico dei Paesi produttori di lingua inglese, a scapito di pari opportunità, di libertà d’apprendimento delle lingue straniere, di democrazia linguistica, anzitutto in Europa.”

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.