“Il Libro del Giorno”- Dossier libertà controllata di Andrea Maori

Andrea Maori

Andrea Maori (Perugia, 1960), laureato in scienze politiche ed archivista diplomato, da anni si dedica alla valorizzazione di archivi pubblici e privati. Tra le sue pubblicazioni: Gli eretici della pace. Breve storia dell’antimilitarismo pacifista dal fascismo al 1979, Montepulciano, 1988; Leonardo Sciascia, elogio dell’eresia. L’impegno fuori e dentro il parlamento per i diritti civili, per una giustizia giusta (1979 – 1989), Milano, 1995; Oligarchie e popolo. Dallo statutum populi del 1261 alla municipalità repubblicana del 1798: compendio delle magistrature di Città di Castello, Perugia, 1996, Attenta vigilanza. I Radicali nelle carte di Polizia (1953-1986), Viterbo, 2011. La discesa in campo di Comunione e Liberazione. Organizzazione, politica e collegamenti finanziari nelle informative del Ministero dell’Interno degli anni Settanta, Roma, 2012.

 

 Dossier libertà controllata

“Cosa hanno in comune Ernesto Buonaiuti, esponente di spicco del movimento modernista e dirigente della Lega internazionale per i diritti dell’uomo e Lena Lin Solaro, attrice e dirigente della Lega italiana naturista? E Carla Corso, presidente del Comitato per i diritti civili delle prostitute con Cesare Pogliano, presidente della sezione italiana di Amnesty International? Apparentemente niente, se non il fatto di condividere l’obiettivo di aver agito, ognuno con la propria sensibilità e passione, allo sviluppo dei diritti umani e civili in Italia. Per questo, sono stati controllati, vigilati, schedati insieme alle organizzazioni che hanno diretto. Una sorveglianza spesso discreta tesa a monitorare le attività con relazioni da inviare alla dirigenza del ministero dell’interno e, in non rare occasioni, diretta a limitare la libertà di esercizio dei diritti costituzionali” (dall’introduzione).
Grazie ad un lungo lavoro di ricerca archivistica, Maori è riuscito a rintracciare rapporti di polizia che testimoniano una realtà molto viva nel nostro paese, quella dei movimenti per i diritti umani e civili.
Indice

Parte prima – I Movimenti per la libertà religiosa (1946-1977); II Movimenti per l’istituzione
del divorzio (1946-1975); III Movimenti per l’obiezione di coscienza al servizio
militare (1948-2001); IV La regolamentazione della contraccezione (1953-1976); V Movimenti
naturisti (1967-1984); VI Movimenti per la legalizzazione dell’aborto (1971-
1981); VII Movimenti per i diritti delle persone detenute (1974-1986); VIII Movimenti
per i diritti civili delle persone lgbt (1976-2000); IX Il Comitato per i diritti civili delle prostitute
(1983-1985).


Parte seconda – I Lega internazionale per i diritti umani (1945-1990); II Amnesty International
(1972-2000); Dalla Bertrand Russell Peace Foundation alla Lega Internazionale
per i Diritti e la Libberazione dei Popoli (1963-1989); IV Tribunale internazionale
Sacharov (1975-1977).

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.