IL “GRANDE FRATELLO” DI MICHELE BOSELLI

Posted on in Ni parolas Esperante 16 vedi

Ciò che segue è tratto dal forum di Radicali Italiani. I protagonisti della storia boselliana sono appunto, i forumisti.
Michele Boselli ha spesso manifestato le sue simpatie nei confronti della causa esperantista (tra l’altro è registrato in questo sito)

NYLON!, libro secondo, capitolo 1 (puntata numero 11).

 

Il mio nome è Abigail, Irene Abigail Palmanfredi, romantica poetessa celtico-latina, e da Roberto Granzotto ho teste’ ricevuto questa cartolina che prontamente vi giro.

Carissima Abigail, qui a Guantanamo le cose non andavano troppo male. A parte la quotidiana tortura psicologica di ricordarci il nostro amaro destino trasmettendo incessantemente i requiem di Radio radicale, la sera ci era concesso un pokerino con Abenate, Casiraghi e Ghezzer, che ha preso il posto di Strummer dopo che il governo di Sua Maestà l’ha fatto liberare su pressione di Scaruffi del Military Intelligence 7. Invece quel bastardo di bin Dupuis l’ha fatta franca grazie a un repentino scambio di barba tra Sessarego e Pisani Ceretta. Non gli perdonerò mai, al maledetto talibano cattolico belga, di avermi venduto alla FBI facendomi credere di voler schiantare il terabus radicale della Svirgin su Roosevelt Island, illudendomi che avrei così potuto fare fuori anche Suttora-Bordini per vendicare il tradimento della Raffa.

Ricorderai, giacché eri a bordo anche tu, come all’ultimo momento il bin Dupuis si strappò la barba e rivelò la sua vera natura reazionaria in combutta coi radicali amerikani-de-noantri-sauditi nell’immobilizzarmi e impadronirsi dei comandi per ammarare il terabus sull’East River, dove ci attendevano gli sbirri con le telecamere della stampa ed erano perfino già pronti i pullman per trasportare i congressisti all’Ergife Square Garden.

Non avrebbero potuto finire peggio: mi si dice che non uscirò di qui prima che si esaurisca la dinastia Bush o la mia, whichever first. Quindi nella sventura sono relativamente ottimista perché non ho figli: una volta morto io, finalmente sarò libero…

Nel frattempo ti prego di proseguire la mia opera di divulgazione assumendo la conduzione dallo studio di Glasgow del reality show cui i nostri aguzzini ci umilieranno a prendere parte per esibirci al pubblico ludibrio mondiale: il GF, ovvero il Guantanamo-Focking che devo scrivere con la “o” alla scozzese perché qui la moralista censura del forum radicale non mi permette l’uso di alcune paroline di quattro lettere come **** per chiavare o **** per dire che sono nella merda.

E lo sono davvero fino al collo. Infatti il Satana mediatico-imperialista ha escogitato la peggiore tortura cui potessimo essere sottoposti. Per lunghe settimane saremo rinchiusi in isolamento in un capannone speciale, privati anche della tuta arancione per essere lasciati completamente nudi e in ogni dove esposti alle web-camera digitali dei carcerieri repressi in vacanza premio da Abu Ghraib spiare i rapporti sessuali cui ognuno di noi prigionieri, o “combattenti nemici”, sarà costretto ad avere con ognuno degli altri.

Ogni settimana i forumisti radicali – compresi i voyeur che non scrivono mai né rispondono all’invito di Suttora a presentarsi però all’occorrenza saltano fuori a votare in massa per Spena e Veccelio come forumisti dell’anno -, potranno per l’appunto votare chi di noi verrà “evikto” (come si dice in esperanto) dal capannone, mentre gli altri saranno lasciati languire a penetrarsi in ogni umano e inumano orifizio fino a decretare il vincitore, o vincitrice, o vincifrocio.

Infatti qui a Guantanamo i sadici organizzatori hanno organizzato il capannone in modo che sia in egual numero popolato da eterosessuali, omosessuali, asessuali, pansessuali, zoosessuali e, massima perversione, perfino una coppia di esperantisti sposati. Eccone di seguito l’elenco di alcuni con le relative schede di presentazione.

(Profesoro) Albergo Likero. Sardocente esperantristu di architettopiteco-jattura. In origine si chiamava Licheri, ma nel convertirsi all’eretisperantismo gli fu imposto il cognome singolare (in esperanto singularoj surnomon) in quanto uno e non trisagio come pretendeva da lui il tetragio Nicolino Stope Mulinger Testosoni (vedi oltre). Note particolari: parla romeno pretendendo che sia esperanto. Status maritale: sposato con Sarino Pikardo (vedi sotto).

Sarino Pikardo aka Agnyeska Rostropova. Notaia polacca divenuta più nota come popstar esperantista in ambigui locali londinesi e ancor meglio nota come unica femmina diciottenne nel misogino forum radicale e quindi automaticamente ambita da schiere di sbavanti forumisti segaioli turchi come Bülêntelifyildiz Åtatunçiller-Demireleçževitÿ (vedi oltre).Note particolari: unica femmina diciottenne, eccetera.Status maritale: sposata col Profesoro Albergo Likero (vedi sopra).

(Profesoro) Cosimangiolo Bandrettadinelli.Improbabile esperimentisto transilvano da parte del Licheri (vedi sopra) di fondere in un unico libro-intervista i suoi maestri fondamentalintegralisti.Note particolari: doppia personalità Status maritale: tra di loro

Bülêntelifyildiz Åtatunçiller-Demireleçževitÿ.Femminiello ottomano sofferente della schizofrenia indotta dalle sostanze psicotrope avergli rivelato la sua sessualità, causa la sua formazione cattolica non accetta la diagnosi del Testosoni di essere frocio e travestendosi si ostina a dichiararsi lesbico come Raffaele De Angelis.Status maritale: onanista (in esperanto: uno misto).Note particolari: forumista dell’anno (in esperanto: ano foro misto)

(Don) Domenico Spena.Prete rockettaro, pedofilo e avifago. Nelle parole di Paolo Farina “il più egocentrico, il più arrogante, il più presuntuoso, il più scorretto, il più arraffone, il più autocelebrativo, il più ridicolo dei forumisti”. Note particolari: notaio particolare.Status maritale: culattone buttiglione.

Livio Schnur.Campione di motociclismo ebreo-polacco: non che Schnur sia effettivamente un ebreo polacco, ma compete nel campionato di motociclismo ebreo-polacco organizzato dalla regione Lombardia nel contesto della campagna contro la discriminazione dei cognomi strani: Bauer, Fischer, Strik-Lievers, Litta Modignani, il latitante Myallonier e sua sorella Phyllis Margaret Dyason.Note particolari: nella definizione di John Patel “dal cognome transnazionale, è forumista pacato mai prolisso bensì magistralmente misurato. Disponibile al confronto e non invadente, Livio è la personificazione della netiquette del forumista.”.Status maritale: bigamo sposato con la sua motocicletta e Bruna Colacicco (vedi sotto).

(Doktorino) Bruna Colacicco.Forumista radicale assurta all’onore delle cronache come campionessa nella categoria di quelli che votano ma non intervengono mai, con la motivazione di avere anche scritto qualcosa oltre ad avere votato.Status maritale: sposata con la motocicletta di Schnur. Note particolari: ignote, ma speriamo per Schnur che sia una bella donna.

(Editoro) Nicolino Stope Mulinger Testosoni.Lasciamo che per presentarsi il mio obliquo ed obtorto Editore si esprima nelle sue stesse esortazioni in perfetto esperanto: “Cjaars Cunfradis, Ad Ognidun il So! Ca Nissun al Durmis! Nissun al Comandarà!”Status maritale: sposato da 28 anni col nanatroccolo Antonio Pisani Ceretta (vedi oltre).Note particolari: c’è bisogno di ribadirlo? Frocio radicale unico.

Antonio Pisani Ceretta.Nome d’arte di Carlo Manera inventato allo scopo di confermare che i radicali di Padova sono tutti froci. Non ce n’era bisogno, lo sapevamo già. Note particolari: porta la barba di Olivier bin Dupuis. Status maritale: nanatroccolo del Frocio radicale unico.

Maria Cristeresa Baldini-Dentamara.Frustrata zitella fascista, nel capannone dei reclusi l’afflosciata ballerina tenta vanamente di riciclarsi proclamando la sua verginità come un valore, suscitando risate a non finire.Note particolari: vagamente somigliante a Benito da giovane e Alessandra da vecchia.Status maritale: condanna a vita di zitella per sempre.

(Doktoro) Tabar DepetroSbronzo fradicio come sempre, Dr Tabar Depetro rientra nel capannone dopo la pisciatina serale per un buon risottino amorevolmente preparatogli da Dora Pezzilli (vedi oltre) condito col Ciappi, ma i requiem di Radio radicale lo fanno abbaiare.Note particolari: scodinzola quando annusa il risottino.Status maritale: sposato da un decennio con un incubo quotidiano (vedi oltre).

(Doktorino) Dora Pezzilli.Psico-sessuologa pseudo-cattolica e quant’altre indecenze (tra le quali avere partorito una concubina di Capezzone), nel descrivere Dora Pezzilli verrebbe spontaneo stendere un velo pietoso. Il che è precisamente quello che farò se abuserà della mia Autorevole bonomia nel reintrodurla in questo reame di esseri vagamenti ragionanti. Scommettiamo che andrà fuori di testa anche stavolta? Per il suo bene vorrei tanto perdere la scommessa. Note particolari: pericolosissima mina vagante.Status maritale: sposata da un decennio col Dr Tabar Depetro (vedi sopra).

Roberto Abenate, Roberto Ghezzer & Robert Behar Casiraghi.Alcuni dei nickname di cui astutamente si serve l’ex segretario radicale Roberto Cicciomessere per seminare confusione nel forum del suo partito. Status maritale: tutti e tre o quattro ancora segretamente ancora innamorati di Emma Bonino (vedi oltre). Note particolari: Vergogna!

Mauro Suttora-Bordini.Affascinante reporter newyorchese per i settimanali da sala d’aspetto, deve la sua notorietà all’infestare dei suoi articoli una rubrica on-line di un suo collega del quale non si fa il nome ma è risaputo interista con i capelli metallizzati.Note particolari: maniaco sessuale ossessionato dalle tette piccole: Flavia Vento, Naomi Campbell, Emma Bonino (vedi oltre). Status maritale: letteralmente incastrato nella caverna della MGM, riuscirà a uscirne?

Marco Pannella.Leader liberale nonviolento nonché prolifico mulo appenninico pasolinianamente transumanatosi in cavallo di Troia incinto di innumerevoli presidenti, segretari, tesorieri, comitanti e militonti.Status maritale: per salvare le apparenze formalmente sposato, suo malgrado, con Emma Bonino (vedi oltre)Note particolari: calma!, questo è solo il GF di NYLON, non un’intera enciclopedia.

Emma Bonino. Prolifica mula alpina sulla quale non aggiungo altro altrimenti, vendicativa com’è, mi fa un culo così. Ho scritto “vendicativa”? Volevo dire “determinata”. Status maritale: per salvare le apparenze formalmente sposata – suo malgrado e con grande frustrazione delle sue legittime ambizioni transnazionali -, col Marco Pannella di cui sopra.Note particolari: zero tette e causa il vivere in aereo le gambe gonfie, ma quando si fa la permanente risulta elettoralmente accattivante. Note particolari 2: nel caso non l’abbiate notato, parla 253 lingue con la zeta al posto della esse.

Daniele Capezzone. Nome d’arte di Marco Cappato, che altrimenti non sarebbe mai stato accettato dalla dirigenza radicale romana se simulando l’accento romanaccio non si fosse spacciato per fuori corso alla Luiss invece che laureato alla Bocconi. Note particolari: petto glabro con capezzoli soffici (ti piacerebbe, eh?)Status maritale: scòrdatelo, Lui sempre troverà disponibile uno ancora più giovane.

Non sono ancora pervenute le schede di Gary Malcolm, Raffa Whites, John Patel e gli altri che ambiscano a partecipare. E poi naturalmente ci sono io con la “originale capacità di romanziere, i suoi scritti sono di rara intensità erotico-politica con personaggi tanto grotteschi quanto reali. Un vero talento nello smascherare la vera natura dei forumisti rendendo divertenti anche le figure più incolori del panorama politico radicale” (dalla definizione di John Patel attribuirmi con Piero Welby il premio ex æquo della critica per il forumista artistico-letterario dell’anno), che per la prossima settimana ti prego di mandare in onda in NYLON una qualche replica riciclata, tipo le vecchie avventure di Granzotto nella tua terra di Scozia. Questo un po’ perché l’attenzione dei lettori sarà distratta dalle simultanee pagliacciate elettorali delle presidenziali americane e congressuali radicali, ma più che altro per dare tempo a Manera e Patelli di organizzare il loro Grande Bordello.

PS: Mi fa notare Granzotto, quello vero, che Tosoni gli deve ancora 12 euro di contributo autostrada per averlo portato da Padova a Bergamo per un’assemblea liberale anni fa. Autor non porta pena, e pregherei i forumisti di regolarsi i conti fra di loro, ch’io soffro già abbastanza nel narrarne le gesta inenarrabili.

NYLON!, libro secondo, capitolo 1 (puntata numero 11). Continua

Questo messaggio è stato modificato da: oltremare, 25 Gen 2005 – 16:45

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.