Il genocidio linguistico inglese degli italiani comincerà a 3 anni: è legge.

Posted on in Politica e lingue 20 vedi

Dl scuola: inglese da asilo e-book ‘fai da te’

Agevolazioni per trasporti e a mensa Dieta mediterranea

ROMA – Dog, book, apple, le prime parole in inglese i bimbi italiani potranno impararle già all’asilo. Il decreto legge varato oggi dal Senato, nella ‘macedonia’ di interventi previsti, stabilisce anche che tra le finalità della scuola dell’infanzia ci sia la promozione del plurilinguismo attraverso l’acquisizione dei primi elementi della lingua di Sua Maestà. Salendo di ciclo di studi sono parecchi gli aiuti e le novità in arrivo per studenti e famiglie. A cominciare dai contributi per i trasporti (15 milioni di euro per il 2014 erogati dalle regioni ed esclusi dal Patto di stabilità) destinati ai ragazzi di medie e superiori in possesso dei requisiti (assistenza specialistica, condizione economica). Agevolazioni anche sul fronte dei libri scolastici: si interviene sulle regole per l’adozione dei testi prevedendo inoltre l’assegnazione diretta alle istituzioni scolastiche di 2,7 mln di euro nel 2013 e 5,3 mln nel 2014 per finanziare l’acquisto di volumi da dare in comodato d’uso agli studenti. Ma non solo. Le scuole potranno ricorrere al ‘fai da te’ mettendo a punto materiale didattico digitale da utilizzare come libri di testo. Sempre rimanendo nel campo della tecnologia e’ autorizzata la spesa di 5 mln nel 2013 e 10 nel 2014 per il wireless nelle scuole. Potenziate, inoltre, le attività per l’orientamento degli studenti estendendole agli studenti di terza media e degli ultimi due anni delle superiori. Per i ragazzi degli ultimi due anni delle superiori verrà pure avviato un programma sperimentale (triennio 2014-2016) per lo svolgimento di periodi di formazione in azienda. Per tutelare la salute dei più giovani, oltre al rafforzamento del divieto di fumo (sigarette al bando anche nei cortili) verranno avviati programmi di educazione alimentare per incentivare il consumo di prodotti ortofrutticoli locali, stagionali e biologici. Nell’ottica di dare spazio alla cosiddetta “dieta mediterranea” verranno assegnate anche le gestioni delle mense scolastiche.

Ansa, 7 novembre 2013

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.