Il congiuntivo non è un male degli occhi Lezione-spettacolo al Suor Orsola

Posted on in Politica e lingue 6 vedi

Protagonisti Valeria Della Valle e Giuseppe Patota,
autori di un libro sul modo in via di estinzione

NAPOLI – «Se sarei in voi non mi perdessi questo appuntamento». Ehm… ecco un motivo per andare di corsa all’Università Suor Orsola Benincasa, mercoledì 14 aprile, dove alle 16.30 si terrà la lezione-spettacolo «Il congiuntivo», un modo mortificato «in ogni modo». E sono in tanti a volerlo salvare, basta curiosare tra i gruppi dei social network. Divertenti quelli di Facebook: si va da «Il congiuntivo non è una malattia degli occhi» alle «Ragazze che considerano un congiuntivo più sexy di un orologio di lusso». Dunque da regola a perversione. Non male.

I TESTIMONIAL DEL CONGIUNTIVO – Protagonisti Valeria Della Valle e Giuseppe Patota, autori del libro «Viva il congiuntivo! Come e quando usarlo senza sbagliare» (167 pagine, Sperling & Kupfer). Testimonial della Suprema Legge del congiuntivo, il gotha dell’Università, Francesco De Sanctis, rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Emma Giammattei, preside della Facoltà di Lettere del Suor Orsola e Rosa Casapullo, docente di Linguistica italiana e Storia della lingua italiana al Suor Orsola.

I TRUCCHI PER USARLO BENE – Il tema della lezione-spettacolo è il congiuntivo «un modo morto o moribondo» secondo un luogo comune diffuso anche fra molti studiosi. Non è questa però la posizione dei due studiosi che nel libro raccontano anche la storia del congiuntivo e forniscono esercizi autocorrettivi. Per imparare il congiuntivo una volta e per sempre gli autori utilizzeranno filmati e registrazioni ripresi dalla radio, dalla televisione e dalla rete. Insomma una «festa del congiuntivo», una festa multimediale per onorare la vitalità di questo modo verbale assai mortificato. Anche da noti personaggi pubblici come racconteranno i filmati selezionati per la lezione.

LA LINGUISTA E LO STORICO DELLA LINGUA – Valeria Della Valle insegna Linguistica italiana alla Sapienza di Roma. È una nota studiosa di lessicografia che, insieme a Giovanni Adamo, col quale dirige l’Osservatorio neologico della lingua italiana, ha pubblicato il volume Neologismi. Parole nuove dai giornali (Istituto della Enciclopedia Italiana, Roma). È, inoltre, coordinatrice scientifica del Vocabolario Treccani. Giuseppe Patota è professore di Storia della lingua italiana presso l’Università di Siena-Arezzo. È responsabile scientifico del Progetto Lingua Italiana della Società Dante Alighieri e, dal 2004, è direttore scientifico del Grande Dizionario Italiano Garzanti. I due studiosi sono autori di volumi di grandissimo successo, fra i quali per Sperling & Kupfer «Le parole giuste. Saper parlare, saper scrivere, saper vivere», «L’italiano. Biografia di una lingua» e «Il nuovo salvalingua. Le facili regole per evitare gli errori della lingua parlata e scritta». Da diversi anni sono i brillanti protagonisti di rubriche radiofoniche e televisive riguardanti dubbi e curiosità sulla nostra lingua.

http://corrieredelmezzogiorno.corriere. … 7525.shtml




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.