Il Colle apprezza la rotta e striglia i leader Ue «Serve più coraggio»

Posted on in Europa e oltre 9 vedi

ROMA – Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano condivide gli obiettivi e le priorità indicate per l`avvio del 2012 dal premier Mario Monti. E difficilmente potrebbe essere altrimenti visto che, sin dalla nascita del governo, il Capo dello Stato segue, pur nel rispetto dei ruoli, l`attività dell`esecutivo dei tecnici incontrando sia il Professore sfa i ministri. Una collaborazione che ieri il premier ha voluto sottolineare, riconoscendo la capacità di «interpretare eloquentemente e semplicemente il senso di unità nazionale».
Dopo la rivista Wired, anche Famiglia Cristiana, voce autorevole del mondo cattolico, ha incoronato Napolitano «uomo dell`anno». Ma più che ai traguardi raggiunti, il Capo dello Stato guarda ai passaggi, ancora difficili, che attendono l`Italia per uscire dalla crisi economica. In questa chiave il consueto messaggio di fine anno del presidente della Repubblica sarà improntato a dare speranza agli italiani, senza però minimizzare sulla gravità della situazione. Uscire dal tunnel, è l`invito che Napolitano rivolgerà al Paese, si può a condizione di rimboccarsi le maniche e «con l`arma vincente della coesione sociale e nazionale».
Ma l`intesa tra Napolitano e Monti non finisce nella fotografia dell`Italia fermatasi ad un passo dal baratro ma in grado di farcela. Anche nella visione dell`Europa e della necessità di un rilancio della politica comunitaria tra i due c`è sintonia, come ha ammesso lo stesso premier.

il Messaggero pag.3
30/12/2011




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.