il capitae umano è la ricchezza dell’europea

Posted on in Europa e oltre 7 vedi

EUROPA 22.05.2004 p. 4
Un valore aggiunto del sistema comunitario analizzato nel volume a cura di Giorgio Vittadini

Il capitale umano è la ricchezza dell'Europa

ENRICO LETTA

Un ingegnere di fine ottocento, avendo “fatto una tesi sulla seta, decide di investire in questo campo. Il suo professore, invece, gli suggerisce di andare un anno in Germania da un suo collega che studia un nuovo materiale, il caucciù: Rientrato dopo il soggiorno in Germania il giovane scrive di essere interessato a intraprendere uriattività in quel settore, ma di non possedere tutta la cifra necessaria a completare l’investimento? Risposta del professore: non si preoccupi, il suo progetto è assolutamente innovativo, l’aiuterò io, ingegner Pirelli».
Lepisodio, tratto dallarchivio del Politecnico di Milano, è narrato nellintroduzione al volume Capitale umano-La ricchezza dell'Europa, a cura di Giorgio Vittadini, edito da Guerini e Associati, in libreria in questi giorni. Un volume con il quale la Fondazione per la sussidiarietà, della quale Vittadini è presidente, inaugura una collana, “Punto di finga”, centrata su alcuni temi cruciali per la vita culturale, sociale, economica e politica italiana e internazionale. Cruciale, come dimostra l’episodio citato, è senz'altro il tema del capitale umano, che l'opera curata da Vittadini presenta nei suoi diversi aspetti, grazie ai contributi di una serie di qualificati studiosi. Di base, viene descritta lesatta natura del capitale umano, più importante del capitale fisso: «I due terzi dello sviluppo di uriattività economica – ricorda il testo dipendono dalle abilità dei lavoratori, nel breve periodo quale fattore della produzione, nel lungo periodo come parte del capitale». Che cos è il capitale umano, dunque, e come si misura: viene proposto, tra l'altro, un interessante metodo statistico, senza trascurare però laspetto ideale, il capitale umano come «desiderio di verità, giustizia, bellezza, educato dalla fede o da concezioni ideali che abbiano al centro l'uomo». I successivi approfondimenti analizzano limpatto dell'investimento in capitale umano in termini di ricerca, incremento di produttività, riduzione di disuguaglianze sociali. Infine, viene “fotografata” la situazione attuale degli investimenti in capitale umano: ne emergono la forza degli Stati Uniti («il vero valore aggiunto del sistema americano consiste nellinvestimento nella formazione dellélite intellettuale») e i gravi ritardi del nostro paese. A livello politico, almeno quanto a dichiarazioni d'intenti, tutti ne siamo consapevoli e concordiamo sulla necessità di rendere finalmente centrale nell'agenda il tema dell'investimento in capitale umano. Lo testimoniano gli atti di un convegno riportati nel volume organizzato di recente su questi argomenti dalla Compagnia delle Opere e dalla Fondazione per la sussidiarietà: convegno con interventi di politici sia di maggioranza sia di opposizione, nello spirito “trasversale” di quellimpegno per la sussidiarietà che alcuni di noi stanno portando avanti. Poste questa consapevolezza dei nostri ritardi, questa comunanza d intenti, la strada, anche stavolta, è quella europea. Esiste su tali temi uno splendido piano d'azione, lAgenda di Lisbona, frutto del Consiglio europeo del marzo 2000 in Portogallo (non a caso il volume curato da Vittadini comprende l'intervento al riguardo di Viviane Reding, commissario europeo per l'istruzione). Quel piano purtroppo è rimasto sostanzialmente inattuato: per una serie di problemi e diritti di veto è stato infatti redatto-contrariamente, ad esempio, al Trattato di Maastricht – senza vincoli di applicazione. Festeggiamo in queste settimane l'allargamento dellUnione: il capitale umano è senz altro la ricche77a dellEuropa, come recita il titolo dellopera, ma l’Europa può essere, a sua volta, la ricchezza del capitale umano: strumenti, incentivi, vincoli, stimoli, obiettivi. Per questo, compiuto l'allargamento, occorre subito la Costituzione, occorrono nuove regole: meno veti, più voti a maggioranza, più forza alle istanze comunitarie, anche in tema di capitale umano, quello per il quale questo volume fornisce un utilissimo e originale quadro d'insieme.

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.