Giuria Concorso “Lingua e Potere” 2011

Posted on in Dillo in Italiano 32 vedi

Giuria Concorso Lingua e Potere 2011

Massimo Arcangeli linguista, critico letterario e critico cinematografico italiano Docente di linguistica italiana e preside della facoltà di lingue e letterature straniere presso l’Università degli Studi di Cagliari, è autore di numerosi volumi e articoli scientifici e divulgativi. Attualmente sta lavorando anche al progetto dell’Atlante Linguistico del Medioevo Volgare Italiano (ALMVI).Fra le sue collaborazioni si segnalano quelle con l’Istituto della Enciclopedia Italiana, la Società Dante Alighieri e il quotidiano La Repubblica, di cui dirige il blog dedicato alla lingua italiana. Fra le sue pubblicazioni ricordiamo: “Lingua e identità”.
Daniele Baroncelli Presidente di Cinemaitaliano.info e Direttore del Festival Italiani brava gente Daniele Baroncelli è nato a Firenze il 6 ottobre 1977. Si è laureato in ingegneria delle telecomunicazioni presso l’Università di Bath, in Inghilterra, ed ha vissuto e lavorato in Italia, Inghilterra e Germania. Ha fondato nel 1997 Rockit, il portale di riferimento per la musica indipendente italiana e nel 2005 CinemaItaliano.info, il portale più completo sul nuovo cinema italiano. E’ inoltre l’ideatore ed il direttore artistico di “Italiani Brava Gente – un festival per capire l’Italia”, il festival di riflessione sulla società italiana attraverso il linguaggio audiovisivo, che si tiene ogni aprile a Firenze.
Eugenio Bennato cantautore italiano Ha conseguito la Laurea in fisica presso l’Università degli Studi Federico II di Napoli. Dopo la parentesi con la Nuova Compagnia di Canto Popolare svolge un apprendistato al seguito di Andrea Sacco e la sua chitarra battente, di seguito nel 1976 costituisce il suo nuovo gruppo, Musicanova, e pubblica Garofano d’ammore il suo primo LP. Ha partecipato al Festival di Sanremo 2008 con il brano Grande Sud, piazzandosi al decimo posto. Di recente, durante una trasmissione radio, si è dichiarato favorevole all’esperanto.
Mihai Mircea Butcovan scrittore rumeno Mihai Mircea Butcovan è nato nel 1969 a Oradea, in Transilvania, Romania. In Italia dal 1991, vive a Sesto San Giovanni e lavora a Milano come educatore professionale. Vincitore nel 2003 del premio “Voci e idee migranti”, ha pubblicato il romanzo Allunaggio di un immigrato innamorato (Lecce, Besa 2006) e con la raccolta di poesie Borgo Farfalla (Eks&Tra 2006) ha vinto, nel 2006, la XII edizione del Premio Eks&Tra. Nel 2009 ha pubblicato (per Linea BN – La Carmelina edizioni) Dal comunismo al consumismo. Fotosafari poetico esistenziale romeno-italiano, raccolta di poesie corredate dalle fotografie di Marco Belli (prefazione di Moni Ovadia, postfazione di Andrea Bajani). Collabora con varie riviste e giornali, tra cui Internazionale e il Manifesto. Narratore e poeta, i suoi testi sono inseriti in diverse antologie e sono stati pubblicati su varie riviste e giornali. È presente con il racconto Segmenti di mercato nella raccolta “Sapori. Incontri. Fragranze” (Cacit 2006), con il racconto Mikrokosmos barese nella raccolta “San Nicola. Agiografia immaginaria” (La meridiana 2006), con il racconto per ragazzi La trilogia dei Carpazi nella raccolta “Il carro di pickipò” (Ediesse 2006) e con il racconto Di sarmale, involtini, amiche e brassica nella raccolta “Mondopentola” (Cosmo Iannone 2007). Ha scritto per il manifesto i racconti In Padania, sognando Mutu, Caro amico mi scrivo, In volo sopra la città (inserito nella raccolta “Italia Underground”, Sandro Teti editore 2009), e La ballata dell’abbonato cerimonioso (per la Sinistra enigmistica, agosto 2009). Con il quartetto d’archi “Time Piece Quartet” ha ideato e scritto “Il canto vegetabile – Il vascello della poesia”, un percorso strumentale e poetico in barca sul fiume Bacchiglione. Con Marco Belli ha collaborato a “Dor, sospiri di tempo”, progetto poetico-fotografico sulla Romania. Con Pierfrancesco Adduce, leader dei “Guignol”, ha ideato e scritto “Parole e suoni contro la paura”, reading musicale contro le paure xenofobe dei nostri tempi. Premio “Multietnicità ed Intercultura 2007”. Premio “Marenostrum 2009”. Membro del comitato editoriale della rivista “El-Ghibli”. Membro del comitato direttivo del CeSPI – Centro Studi Problemi Internazionali di Sesto San Giovanni.
Arnaldo Colasanti Critico letterario, Direttore di Nuovi argomenti Redattore della rivista Poesia, si interessa in modo preponderante di letteratura italiana e francese. È professore a contratto nella facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “Tor Vergata”. Nel 2007 è stato direttore del Premio Grinzane Cavour – Stresa. Nell’ambito del suo interesse per la letteratura francese ha pubblicato vaste e approfondite prefazioni ai Romanzi di Guy de Maupassant, (1994) e al Malato immaginario di Molière (1995). Dal giugno 2009 diviene conduttore, con la Miss Italia Miriam Leone, di Unomattina Estate.
Armando Gnisci critico letterario e docente universitario italiano Professore associato all’università La Sapienza di Roma, è considerato uno dei più importanti studiosi di letteratura comparata in Italia.Ha scritto oltre 40 libri tradotti in 12 lingue. Ha fondato – con altri studiosi – nel 1985 a Firenze la Società Italiana di Comparatistica Letteraria (S.I.C.L.), affiliata alla FILLM e all’AILC/ICLA. È membro dell’Association Internationale de Littérature Comparée, dell’International Association of Hungarian Studies, dell’Associazione Internazionale di Studi sulla Letteratura e la Lingua Italiana (AISLLI), del Comitato Internazionale della Fondazione “Laboratorio Mediterraneo” di Napoli, e membro-assessore dell’International Association of Intercultural Studies (Il Cairo-Brema). Nel 1990 ha fondato la Collana editoriale (unica in Italia) di Studi di Letteratura Comparata “Gaia” e la rivista scientifica I Quaderni di Gaia (IQdG, sigla nella Directory of periodicals della Modern Language Association MLA). La rivista dal 1998 ha preso il nome di Rivista Italiana di Letteratura Comparata. È condirettore della Collana di Studi sull’eredità classica “Presente remoto” dell’editore Kepos di Roma. Dirige per l’editore Bulzoni di Roma la Collana “Quaderni di Storia della Critica e delle Poetiche” fondata da Mario Costanzo Beccaria. Ha fondato e dirige la rivista di critica letteraria italiana e comparata Mario & Mario. Dirige la collana “Poetiche” per l’editore Meltemi di Roma. Collabora dal 1991 al Programma multidisciplinare di educazione allo sviluppo dell’UNICEF.
Laura Curino attrice teatrale e regista italiana Nel 1974, insieme al regista Gabriele Vacis ed altri, fonda Laboratorio Teatro Settimo, compagnia di teatro di ricerca, con cui ha lavorato anche Marco Paolini. Attrice e drammaturga della compagnia torinese, con Passione interpreta il suo primo spettacolo di narrazione: la Curino si presenta per la prima volta sola in scena e interpreta tutti i vari personaggi della vicenda. Con Passione, e di seguito con gli spettacoli sull’epopea degli Olivetti, si afferma, insieme con Marco Baliani e Marco Paolini, come una delle voci più rappresentative della prima generazione del teatro di narrazione. Ascanio Celestini, Davide Enia, Mario Perrotta e Giulio Cavalli invece, possono essere ascritti alla seconda. Al cinema, ha lavorato in “Nostos” di Franco Piavoli; “La seconda volta” e “Preferisco il rumore del mare” di Mimmo Calopresti,; “San Salvario” di Enrico Verra, “Cuore” di Maurizio Zaccaro. Nel 2004 ha partecipato con il video teatrale “Il conte Aigor” sulla vicenda di Igor Marini e lo scandalo Telecom Serbia alla trasmissione televisiva Report.
Gianna Müller storica dell’Arte e docente di Letteratura Italiana e Storia negli Istituti Statali di Istruzione Superiore di II° Dal 1974 al 1979 ha tenuto seminari e esaminato gli studenti, con incarico di esercitatore, presso la cattedra di Estetica dell’Università degli Studi di Pisa. Dal 1975 al 2009 ha insegnato, in qualità di docente di Letteratura Italiana e Storia, presso gli Istituti Statali di Istruzione Superiore di II° grado, prima a Pisa, fino al 1979, in seguito a Roma, dal 1980 al 2009. Dal 1992 fino alla pensione (1°settembre 2009) ha prestato servizio in modo continuativo presso l’Istituto per Geometri Valadier di Roma. Come Storico dell’Arte ha organizzato mostre, scritto testi per cataloghi d’arte, collaborato a riviste letterarie e corretto le bozze di numerosi libri di argomento artistico e letterario.
Alex Orlowski Esperto di comunicazione video in internet Partendo dalla sua esperienza di musicista e di produttore musicale, Alex Orlowski ha iniziato a girare videoclip musicali nel 1991 con un successo davvero inatteso. Nel 1997 si trasferisce a Londra e crea la sua prima casa di produzione di videoclip, ma gira anche spot pubblicitari per J. Walter Thompson, McCann Ericsson, Saatchi and Saatchi, Young & Rubicam. Dopo diversi anni e molti lavori fonda finalmente Home Films Ltd. In quel periodo, il suo cortometraggio “Peace At Last” debutta al festival cinematografico di Mannheim/Heidelberg, in Germania con il patrocinio del British Film Institute. E per la colonna sonora, Bjork gli concede di usare uno dei suoi brani libero da diritti. Il corto è stato presentato anche al maggior festival del Regno Unito, il Raindance Film Festival di Londra insieme a “Lost Highways” di David Lynch. Nel 2001, stufo del magnifico clima britannico, sceglie l’assolata Barcellona dove diventato uno dei registi pubblicitari di maggior successo, dirigendo gli spot di aziende del livello di Movistar, Telefonica, Seat, Amena, Coca-Cola, e così via. Nel 2004 inizia la sua collaborazione con il nuovo laboratorio creativo Zinkproject di Barcellona, dove da stabilmente workshop sui video virali, sugli spot pubblicitari e sui videoclip musicali.
Moni Ovadia attore teatrale, musicista e scrittore italiano Nato a Plovdiv, in Bulgaria, si trasferisce quasi subito con la famiglia a Milano. La sua è una famiglia di ascendenza ebraica sefardita, ma di fatto impiantata da molti anni in ambiente di cultura yiddish e mitteleuropea. Questa circostanza influenzerà profondamente tutta la sua opera di uomo e di artista, dedito costantemente al recupero e alla rielaborazione del patrimonio artistico, letterario, religioso e musicale degli ebrei dell’Europa orientale. Ovadia si laurea in Scienze Politiche all’Università Statale di Milano. Contemporaneamente al suo percorso accademico muove i primi passi artistici sotto la guida di Roberto Leydi, con cui inizia la sua carriera di cantante e musicista nel Gruppo dell’Almanacco Popolare, guidato da Sandra Mantovani.
Ulderico Pesce attore e regista teatrale italiano Si diploma attore all’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa, poi regista presso l’Accademia d’Arte Drammatica di Mosca, ed infine consegue la laurea, con il massimo dei voti, in lettere moderne all’Università “La Sapienza” di Roma. Oggi dirige il Centro Mediterraneo delle Arti, compagnia teatrale riconosciuta dal Ministero dei beni culturali. È inoltre autore, narratore e regista di opere teatrali, molte delle quali trattano temi cari alle popolazioni della sua terra, la Basilicata, e del Mezzogiorno in generale.
Filippo Soldi regista italiano Seriamente intenzionato a frequentare il VGIK (la scuola di cinema di Mosca), ha invece preso una laurea in Lettere Moderne alla Statale di Milano (1993) e il diploma di drammaturgia e sceneggiatura alla Civica Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” (1995), sempre di Milano. Ha lavorato in teatro e in cinema in qualità di aiuto con Luca Ronconi, Werner Schroeter, Aurelio Grimaldi, Lino Capolicchio, Pino Quartullo, Diego Ronsisvalle e altri. Ha tenuto laboratori teatrali, ha firmato la regia di spettacoli teatrali interpretati fra gli altri da Lucilla Giagnoni, Caterina Vertova e realizzato documentari come Cremona – il sapore di una città, Mantova – il sapore di una città con Laura Curino. Per RAIUNO ha scritto Bakhita, miniserie in due puntate per Titania, regia di Giacomo Campiotti con Stefania Rocca, Francesco Salvi, Sonia Bergamasco, Ettore Bassi, Ludovico Fremont, Fabio Sartor, Fatou Kine Boye. Ha realizzato documentari per la trasmissione televisiva Telethon, per RaiCinema ha realizzato i cortometraggi Esserci, con Ileana Argentin e Raz Degan, Storia di Mario con Ricky Memphis e Solo cinque minuti con Valeria Golino, andati in onda sulle reti RAI e distribuiti nelle sale cinematografiche. Selezionato nella cinquina dei David di Donatello, Solo cinque minuti è risultato vincitore del Festival NICE USA 2007, del Festival Storie di Cinema ed è stato selezionato in diversi festival italiani e stranieri. In tram, il suo primo cortometraggio in 35 mm con Piera Degli Esposti e Gigio Alberti, è risultato vincitore del Festival NICE USA 2003 in base ai voti del pubblico di New York e San Francisco. Mio figlio, con Claudio Santamaria e Alba Rohrwacher, è stato presentato al Festival di Roma 2008
Younis Tawfik giornalista e scrittore iracheno In Iraq ha ottenuto nel 1978 il Premio di Poesia Nazionale. Vive in esilio in Italia dal 1979. Nel 1986 ha conseguito la laurea in Lettere all’università di Torino. Tawfik è docente nell’Università di Genova, dove insegna Lingua e Letteratura araba. Vive in Torino e dirige il Centro italo-arabo Dar al-Hikma. Collabora con i giornali “la Stampa”, “la Repubblica” e “Il Mattino”. È noto al pubblico televisivo per alcune partecipazioni a programmi di approfondimento giornalistico, quali L’infedele di Gad Lerner, e altri. Con il suo romanzo d’esordio “La Straniera” ha vinto il Grinzane Cavour, il Premio Giovanni Commisso, il Premio Internazionale Ostia, il Premio Rhegium Julii, il Premio Fenice-Europa e il Premio Via Po. Da questo romanzo è in corso di realizzazione un film diretto da Marco Turco.
Corrado Veneziano regista teatrale e scrittore italiano Docente di Linguistica all’Accademia nazionale d’arte drammatica Silvio D’Amico, ha tenuto lezioni di fonetica e prosodia della lingua italiana in università italiane e straniere. Autore del manuale di dizione più venduto in Italia: “Manuale di dizione, voce e respirazione”. Ha ideato, scritto e diretto la serie televisiva Accipicchia: ci hanno rubato la lingua!, una fiction (in onda da settembre 2008 su Rai 3) sull’insegnamento della lingua (italiana e non). Direttore artistico del Festival internazionale di cortometraggi Lo sguardo bifronte, la cui giuria è presieduta da Andrea Camilleri. Nel marzo 2008 ha pubblicato il suo ultimo libro “100 monologhi ben pronunciati”, editore Gremese, che partendo dalla proposta di brani poetici, teatrali e cinematografici, evidenzia questioni di esplicita rilevanza fonetica: le dinamiche che hanno determinato gli attuali standard di pronuncia italiana, i meccanismi di controllo intonativo, il rapporto tra espressività e recitazione. Nel novembre 2008, ha ideato e diretto il Laboratorio di teatro e intercultura “Ciao: a Est dell’Est”, prodotto dalla Biennale di Venezia nel programma internazionale “Mediterraneo”.
Iva Zanicchi cantante, conduttrice televisiva e politica italiana Il 1967 si apre con la vittoria al Festival di Sanremo con Non pensare a me con Claudio Villa. Al Disco per l’estate presenta la canzone Quel momento. Esce sul mercato il suo secondo album dal titolo Fra noi contenente tra l’altro il brano Le montagne conosciuta anche come Ci amiamo troppo cover di River Deep, Mountain High di Ike & Tina Turner. Nel 1969 ottiene la sua seconda vittoria sanremese con Zingara in coppia con Bobby Solo riscuotendo un grande successo di vendita. Dal 1987 le viene affidata la conduzione di OK il prezzo è giusto in sostituzione di Gigi Sabani. Sotto la conduzione della Zanicchi il programma prosegue il suo grande successo di pubblico, e la cantante vi rimarrà per tredici anni, in quattordici diverse edizioni. Alle elezioni europee del 2004 Iva Zanicchi è candidata con Forza Italia. La sua elezione non viene però confermata dal riconteggio delle schede e si attesta semplicemente come prima dei non eletti. Nel maggio del 2008 si insedia al Parlamento europeo subentrando a Mario Mantovani. Alle elezioni europee del 2009 viene rieletta deputato al Parlamento Europeo per il PDL, aderendo al Partito Popolare Europeo.



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.