GIOVANI: VIAGGIO DI STUDIO IN MAROCCO

Posted on in Dipartimento Giovani 20 vedi

(ANSA) – BOLZANO, 1 LUG – Si e’ concluso il viaggio studio ”Hallo Maroc! – Ciao Marocco” compiuto da un gruppo di ragazzi di madrelingua italiana e tedesca dal 20 al 27 giugno a Rabat. Si e’ recentemente concluso il viaggio studio da parte di un gruppo ”misto” di giovani altoatesini di madrelingua italiana e tedesca alla volta di Rabat, in Marocco, che ha visto la grande soddisfazione da parte dei partecipanti accolti dall’Associazione per lo sviluppo sociale Bassma. Le ragazze e i ragazzi altoatesini sono stati ospitati per un’intera settimana dalle famiglie dei giovani marocchini, con i quali hanno potuto relazionarsi per poter conoscere la loro cultura e avvicinarsi a valori quali quelli della convivenza e della solidarieta’ in modo spontaneo e partecipato. Il progetto e’ stato pensato in maniera congiunta dai Servizi giovani in lingua italiana, tedesca e ladina della Provincia di Bolzano al fine di fornire ai giovani cittadini del nostro territorio strumenti di lettura dei cambiamenti sociali legati alle migrazioni e alle nuove cittadinanze evitando paure e pregiudizi. Contemporaneamente lo scopo del progetto era quello di sviluppare un senso di appartenenza alla cittadinanza in gradodi superare aspetti propri dei luoghi comuni come il colore della pelle o l’appartenenza religiosa dell’individuo. ”Il percorso svolto – sottolinea l’assessore provinciale alla scuola italiana Christian Tommasini – consente ora alle ragazze e ai ragazzi altoatesini di rendersi criticamente e consapevolmente moltiplicatori di un’esperienza legata alla conoscenza di una delle popolazioni piu’ rappresentate in termini numerici sul nostro territorio. L’intercultura e’ un terreno di forte interesse rispetto al quale e’ importante investire risorse affinche’ le giovani generazioni possano considerarsi cittadini attivi e consapevoli in una societa’ plurilingue”. ”Grazie a questo viaggio – gli fa eco l’assessore alla scuola tedesca Sabine Kasslatter Mur – i nostri ragazzi hanno potuto toccare con mano la realta’ di questo paese,
approfondendo le conoscenze riguardanti gli usi e i costumi tipici della cultura marocchina. Si tratta di un contributo importante per favorire il rispetto e la comprensione reciproca, e l’eliminazione dei pregiudizi”. Il programma si e’ svolto, nel corso della settimana, associando l’aspetto didattico dello scambio delle tre lingue coinvolte (italiano, tedesco e arabo) a quello legato alle relazioni dei coetanei attraverso attivita’ decise e messe in atto nel corso dei pomeriggi dai ragazzi stessi. (ANSA).
http://www.ansa.it/web/notizie/notiziar … 60710.html




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.