Giorno 49 di satyagraha di Giorgio Pagano contro il linguicidio italiano, Mazzuca apre.

Posted on in L'ERA comunica 19 vedi

Giorno 49 di satyagraha di Giorgio Pagano contro il linguicidio italiano, Mazzuca apre.

Anche oggi abbiamo ricevuto adesioni e risposte meno positive dai media a cui Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto, sta dedicando il suo satyagraha in difesa della lingua italiana. Il direttore de Il Giorno ha accettato l’intervista, che avrà luogo domani 2 luglio, mentre il direttore di Radio Citta Futura si è’ detto disponibile ad un confronto. Meno bene è andata con la redazione del Secolo XIX, il cui direttore si è trincerato dietro un “non ne sono informato a sufficienza”, mentre addirittura Serena Bortone, conduttrice di Agorà Estate, ha risposto al telefono che non sapeva nulla del divieto dell’insegnamento in italiano al Politecnico di Milano ma che era favorevole.

Il che poteva essere scontato, visto che proprio stamane in trasmissione, riguardo la triste vicenda dei tre ragazzi israeliani assassinati, per “sapere cosa sta succedendo” si è collegata con l’ambasciatrice americana in medio oriente e non con l’ambasciata italiana in Israele. C’è da chiedersi perché è pagata dalla RAdiotelevisione, Italiana e non dall’americana CNBC.

Le testate a cui è dedicato lo sciopero della fame di oggi primo luglio sono: Il Giornale e il suo direttore Alessandro Sallusti, Il Gazzettino e il suo direttore Roberto Papetti, le agenzie di stampa 9colonne e il suo direttore Paolo Pagliaro e Italian Network e la sua direttrice Maria Ferrante, le radio Radio Italia e il suo direttore Franco Nisi e Radio 101 e il suo direttore Aldo Preda, e i programmi di La7 La Gabbia condotta da Gianluigi Paragone e Omnibus condotta da Alessandra Sardoni.




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.