Giorgio Pagano: diritti dei clandestini rivendicati ai politici italiani in inglese

Posted on in L'ERA comunica 24 vedi

IMMIGRATI, PAGANO: DIRITTI DEI CLANDESTINI RIVENDICATI AI POLITICI ITALIANI IN INGLESE

Roma, 10 settembre 2008

• Dichiarazione di Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto e Responsabile di centopercentoitaliano.it

È un autogoal la modalità con la quale i 200 immigrati clandestini hanno dato voce alle loro proteste: in lingua inglese, con cartelli e magliette che recitavano “we ask our right”, “listen our problem”!

Lavorare in Italia presumerebbe conoscere almeno i rudimenti della lingua del Paese ospitante: ad esempio non si entra in Australia senza avere prima superato un esame di lingua inglese presso l’ambasciata del paese di partenza.

Forse le centinaia di clandestini che hanno protestato davanti alla sede RAI di Roma

non si sono ancora resi conto di essere arrivati in Italia, anziché in Gran Bretagna,

negli USA o in Australia, e si sono rivolti ai politici italiani, anziché nella loro lingua, in inglese.

Qualsiasi protesta implicherebbe come dato essenziale quello di potere essere

compresa ma costoro hanno finito col dimostrarsi come estranei,al Paese e agli italiani.

Questo messaggio è stato modificato da: Daniela_Giglioli, 12 Set 2008 – 08:43

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.