GIORDANO FALZONI SE N’è ANDATO 29/04/98

Posted on in Politica e lingue 9 vedi

Giordano Falzoni se n’è andato.
E’ strano che non abbia MAI sentito il bisogno di ricordare a me stesso (ma anche agli altri) il fatto che l’associazione radicale "Esperanto" fosse nata il 25 aprile di undici anni fa ad opera di alcuni compagni radicali: Giordano Falzoni in testa. In effetti perch‚ all’undicesimo anno? Di solito questi "anniversari" si ricordano in cadenze "tonde": cinque, dieci, quindici…
Il giorno dopo aver esplicitato questo mio "intempestivo" bisogno interiore attraverso poche righe proprio in questa Conferenza Giordano se ne andava, alle 10.30 a Milano, all’et… di 73 anni.
Singolare no?!
Falzoni era un personaggio di grande spessore e sensibilit… culturale: il primo a far conoscere Breton e i suoi scritti surrealisti in Italia, fu egli stesso pittore surrealista, scultore, scrittore. Anche se molti lo ricordano pi— per alcune parti recitate (come attore) in alcuni film di Fellini.
Era però anche un grande militante radicale: io che lo avevo conosciuto in una mostra di video d’artista in una galleria d’arte contemporanea importantissima di allora (anni ’70) ricordo ancora la sorpresa nel vedermelo davanti all’Alemagna in Via del Corso a raccogliere firme per non ricordo pi— quale iniziativa radicale. (Che differenza tra gli "intellettuali radicali" e quelli "organici"!
L’ultima, grande opera di Giordano, opera politica (che grande eclettismo! certamente per lui si pu• parlare di un saviniano "Grande Dilettante") fu appunto la costituzione della "Esperanto" Radikala Asocio. Fu lui a dargli questo nome non molto corretto in esperanto. Lui, nell’89 (quando gi… i primi segni del male cominciavano ad affacciarsi) a pregarmi di raccogliere la sfida della conduzione di quella associazione alla quale lui teneva cos tanto come "levatrice" di una grande, storica battaglia radicale.
L’occasione triste di oggi, in un momento dove la storia radicale rischia – essa stessa- l’annientamento, credo debba servire a farci comprendere come, sempre pi—, quella a cui dobbiamo puntare sia ad una rivoluzione culturale complessiva della quale lo strumento "esperanto" certamente Š motore principe. Gli anni "persi" nella costruzione del "transnazionale" per non averci creduto abbastanza sono l a testimonianza e monito.




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.