Giappone-Ue: via a negoziati accordo libero scambio

Posted on in Europa e oltre 2 vedi

Giappone e Ue hanno dato il via all'avvio dei negoziati per la firma dell'accordo di libero scambio (Fta) tra le due macroaree. ''La decisione formale e' maturata in un colloquio telefonico'' tra i leader europei e il premier nipponico Shinzo Abe, ha annunciato il ministro dell'Economia e Commercio e Industria di Tokyo, Toshimitsu Motegi. Motegi, al termine dell'incontro con il commissario europeo per il Commercio Karel De Gucht, ha posto l'accento sul fatto che il blocco Giappone-Ue rappresenta ''il 30% dell'economia mondiale e il 40% del commercio mondiale''.

Da parte sua, De Gucht ha rimarcato il carattere ''storico'' della svolta nelle relazioni bilaterali, parlando di un accordo ''globale'' a tutto tondo, inclusivo di barriere non tariffarie, appalti pubblici e proprieta' intellettuale. Complice da ultimo la crisi del debito sovrano di Eurolandia, De Gucht ha ricordato che l'export europeo verso il Giappone e' costantemente diminuito negli ultimi anni, passando dal terzo di dieci anni fa al settimo. Un trend su cui pesano ''i troppi ostacoli, i regolamenti discriminatori, le norme e le restrizioni in materia di appalti pubblici''.

Proprio l'eliminazione da parte di Tokyo degli ostacoli cosiddetti ''non tariffari'' rappresenta ''la chiave di tutti i negoziati: abbiamo bisogno di includere la clausola di revisione nel mandato dei negoziati. Un anno dopo il loro lancio (atteso il prossimo mese a Bruxelles, ndr), intorno ad aprile 2014, sara' aggiornato lo stato di avanzamento del Giappone sulla tabella di marcia relativa alla rimozione delle barriere non tariffarie''.

Se il progresso ''non sara' soddisfacente, allora saranno sospesi'', ha assicurato De Gucht. I negoziati prenderanno avvio ''ad aprile'', hanno poi annunciato in una nota congiunta diffusa al termine del loro colloquio telefonico il premier Shinzo Abe e i presidenti del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy, e della Commissione Ue, Jose' Manuel Barroso. I leader hanno quindi ''espresso il loro impegno per concludere il prima possibile'' gli accordi di cooperazione politica, globale e settoriale e di partenariato economico (Epa)/libero scambio (Fta), ''in base alle opinioni condivise su portata e livello di ambizione''.

Da: http://www.ansa.it 26/03/2013




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.