Gergo giovanile

Posted on in Politica e lingue 18 vedi

Ma quanto è “vanilla” la scuola

Traduzione: ma quanto è noiosa la scuola. E quanto è strano lo slang dei teenager.

Per decifrarlo, ora si può consultare il dizionario di una 13enne inglese

Com’è “phat-free” quella prof di matematica. Meglio farci una “zia” e non pensarci. Lucy Van Amerongen, 13 anni, e le sue sorelle Rosie e Amii (11 e 23) chiacchieravano così del più e del meno quando si sono accorte degli sguardi attoniti dei loro genitori.

Mamma e papà non capivano una parola. Eppure tutte e tre le sorelle inglesi frequentano buone scuole e hanno ottimi voti. Ma qui la carriera scolastica non c’entra, perché Lucy e le altre si esprimono in teenglish, totalmente incomprensibile per chi ha più di 25 anni. Impossibile per un adulto capire che “vanilla” significa noioso, che “phat-free” sta per sfigato e che una “zia” è in realtà una pizza. Per venire incontro ai genitori, l’intraprendente Lucy ha scritto un dizionario, “The A-Z of Teen Talk” (Il linguaggio dei teenager dalla A alla Z) dove ha diligentemente raccolto 300 parole ed espressioni molto comuni tra gli adolescenti e le ha tradotte in inglese corrente. La ragazzina ha poi spedito il suo manoscritto a cinque diverse case editrici e tre hanno fatto a gara per aggiudicarselo. Alla fine il manuale è stato stampato dalla Ravette publishing, che ha offerto a Lucy un anticipo di 1.500 euro.

A sorpresa il dizionario è andato a ruba, vendendo 5.000 copie e diventando un piccolo caso editoriale. Tanto che miss Van Amerongen sta lavorando alla seconda edizione: “Sto chiedendo a tutti i miei amici di darmi una mano per trovare più termini possibili”, ha spiegato la linguista in erba. “Mi piacciono gli slang e credo che i genitori non diano ai ragazzi sufficiente credito. Sappiamo essere molto creativi se vogliamo.

(Da Grazia n. 4, gennaio – 2008).

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.