Galan e l’italiano

Posted on in Politica e lingue 16 vedi

Vi scrivo a proposito dell’articolo apparso sul Messaggero di oggi, 6 novembre 2009, da me letto sul treno di rientro da un viaggio di lavoro a Milano. Sono una giurista, docente universitaria, calabrese di Reggio Calabria.

Posso comprendere i problemi con la lingua a cui si riferisce il governatore Galan, se è vero come è vero che in Veneto non sanno che i folpi in italiano si chiamano polpi, e che le usl in tutta Italia dall’anno 1995 si chiamano ASL.

Insegnerei al Governatore Galan un po’ di lingua italiana prima di avventurarsi in luoghi in cui la lingua italiana è ben conosciuta. Chiedo che il mio commento sia pubblicato sul giornale, poichè le frasi del governatore non sono offensive nei confronti dei calabresi, ma nei confronti di tutti gli italiani rappresentati da ignoranti della lingua italiana.

Avv. Maria Elena Mancuso

(6 novembre 2009)

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=79421&sez=HOME_MAIL[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.