Fyrom: commissione parlamentare divisa su nuova legge lingue ufficiali.

Posted on in Politica e lingue 58 vedi

Fyrom: commissione parlamentare divisa su nuova legge lingue ufficiali.

Gli esponenti della commissione parlamentare affari europei dell’ex Repubblica jugoslava di Macedonia (Fyrom) sono apparsi molto divisi nel primo giorno di dibattito sulla nuova proposta di legge sull’uso delle lingue nel territorio della Fyrom. Lo riferisce l’agenzia “Mia”. Per i promotori della riforma, l’iniziativa amplierà l’utilizzo della lingua albanese nel rispetto della Costituzione e del carattere unitario del paese. Secondo i deputati dell’Organizzazione rivoluzionaria interna-Partito democratico per l’unità nazionale macedone (Vmro-Dpmne), maggiore forza di opposizione, la norma porterà invece solamente ulteriori divisioni nel paese e sarebbe una chiara violazione della Costituzione. La normativa proposta dal governo guidato dall’Unione socialdemocratica di Macedonia (Sdsm) prevede l’obbligo, per le istituzioni statali e giuridiche, di utilizzare anche la lingua albanese, parlata dal 20 per cento dei cittadini, oltre alla lingua ufficiale macedone. I cittadini appartenenti alla principale minoranza etnica della Fyrom saranno quindi liberi di utilizzare l’albanese in tutte le procedure amministrative e giudiziarie. La legge, una volta approvata, sarà attuata tramite un’apposita Agenzia per l’uso della lingua e dall’ispettorato del ministero della Giustizia di Skopje.
(Fonte agenzianova.com, 5/9/2017).

{donate}




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.