Finanziamenti Ue: la Sicilia fuori dall’Obiettivo 1 dal 2014

Posted on in Europa e oltre 14 vedi

L'allargamento dei confini dell'unione europea verso est, ha provocato anche lo spostamento del baricentro delle attenzioni economiche della comunità. La famiglia cresce e come ogni buon genitore che si rispetti, mamma europa, dovrà faticare non poco per garantire a tutti gli stati membri le medesime attenzioni soprattutto le più disagiate. Attenzioni di cui ha beneficiato l'italia ed in particolare il suo meridione. Il mezzogiorno italiano è stato inserito nell'obiettivo 1 dove l'unione europea intende promuovere sviluppo ed adeguamento delle regioni in ritardo il cui pil pro capite è inferiore al 75% dell'unione europea. Questo ha comportato che i 2/3 dei fondi strutturali sono stati destinati a questo gruppo di realtà economiche depresse. Si tratta di fondi a lunga scadenza. I primi furono finanziati fra dal 1994 al 1999, poi si è passati al periodo 2000- 2006, epoca in cui gli obiettivi sono passati da 5 ai 3 attuali ed infine si è giunti alla programmazione 2007-2013. Quante volte abbiamo pronunciato sigle come por e pon, acronimi di programmi operativi regionali e nazionali? Proprio da questa programmazione sono scaturiti ben 21 miliardi di euro. Ma adesso che l'europa si è allargata, dal 2013, la sicilia uscirà dall'obiettivo 1, in quanto, rispetto ai paesi dell'est europa, entrati a far parte della comunità dal 2002, si trova in una condizione migliore. Ma quanto è cambiata la sicilia nel corso di questi anni e di questi finanziamenti ricevuti?

http://www.tirrenosat.it/index.php?cat=50&id_art=10262
[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.