Europee Questi i partiti nazionalisti che vogliono conquistare l’Europa.

Posted on in Europa e oltre 13 vedi

Europee Questi i partiti nazionalisti che vogliono conquistare l’Europa.

Marine Le Pen vuole unire i vari movimenti nazionalisti per formare un gruppo parlamentare europeo.”20 Minutes” dà un elenco non esaustivo di questi partiti …

Mentre il Fronte Nazionale ha lanciato martedì la sua campagna per le elezioni europee del 25 maggio, il partito vuole allearsi con varie formazioni nazionaliste straniere. L’obiettivo per Marine Le Pen, è quello di creare un nuovo gruppo del Parlamento europeo, che includerebbe almeno 25 deputati provenienti da sette paesi diversi. “20 Minutes” fornisce una panoramica non esaustiva di questi partiti europei nazional-populisti che si ritrovano sui temi comuni del nazionalismo, anti-immigrazione, Europa ecc.

Nel Nord Europa

In Gran Bretagna, figura il Partito per l’Indipendenza del Regno Unito (UKIP) guidato dall’euroscettico Nigel Farage. Ha tredici deputati, e preferisce allearsi con la Repubblica permanente del monarchico Nicolas Dupont-Aignan , piuttosto che con il Fronte Nazionale, con dispiacere di Marine Le Pen . La sua impresa: riuscì ad imporre a David Cameron, primo ministro, un referendum sull’ipotesi di una uscita del paese dall’Unione europea. Un’altra formazione di radicali, il British National Party (BNP) di Nick Griffin, non è considerato un possibile aleato dal Fronte Nazionale.

Nei Paesi Bassi, il Partito per la Libertà (PVV) di Geert Wilders eurofobo, alleato da metà novembre 2013 con il Fronte nazionale per le elezioni europee, è la terza forza politica del paese. Ha quattro seggi al Parlamento europeo. L’erede di Pim Fortuyn, il populista assassinato nel 2002, si batte perché i Paesi Bassi abbandonino la moneta unica, lasciando l’Unione europea e l’area Schengen. Il partito è anti-islamico e pro-Israele. Processato per aver paragonato il Corano con il Mein Kampf di Adolf Hitler e chiamato i musulmani ad aderire alla “cultura dominante” o ad andarsenee, Geert Wilders è stato assolto nel giugno 2011.

Scandinavia

In Finlandia il populista euroscettico e anti-immigrati “Partito dei Veri Finlandesi,” è la terza forza politica, ma rifiuta di partecipare a un governo di coalizione. Ha ricevuto il 19,1% dei voti nelle elezioni parlamentari nel 2011 e il 12,3% nelle municipali finlandesi del 2012 Il partito, guidato da Timo Soini, ha come bersaglio – tra gli altri, gli aiuti ai paesi del sud dell’Europa in difficoltà.

In Danimarca si trova il partito euroscettico e anti-immigrati Partito popolare (FP), guidato da Soeren Soendergaard. Nel novembre del 2013, in seguito all’alleanza tra il PVV dell’olandese Geert Wilders e FN, il Partito Popolare ha escluso qualsiasi alleanza con il Fronte Nazionale, aggiungendo che il partito guidato da Marine Le Pen aveva “uno sfondo antisemita”.

In Norvegia figura la formazione populista, anti-immigrati e anti-Islam ” Progress Party ” (Fremskrittspartiet FRP), guidata da Siv Jensen, membro della coalizione di governo. Alle elezioni legislative del 2009, il partito ha registrato il 22,9% dei voti, diventando la seconda forza politica del paese, ma alle elezioni parlamentari del settembre 2013, ha perso un terzo di elettori con 29 eletti (-12) dietro Il Partito del Lavoro (DNA) e il Partito conservatore (H).

In Svezia il partito eurofobo, anti-immigrati e anti-Islam “Democratici di Svezia” (Sverigedemokraterna, SD) è guidato da Jimmie Akesson. Attualmente alleato con il Fronte Nazionale di Marine Le Pen per le elezioni europee, ha ricevuto meno del 6% dei voti nelle elezioni parlamentari nel 2010.

In Europa centrale

In Svizzera il partito anti-europeo, anti-immigrati, populista dell’Unione democratica di centro (UDC) è la prima forza politica. In tutte le elezioni supera il 20% dei voti espressi. Il partito è all’origine dei referendum popolari sul divieto di costruzione di minareti nel novembre 2009 e di quello contro l’immigrazione del febbraio 2014 che ha preoccupato i governi europei.

In Ungheria il principale partito di estrema destra Jobbik (“Movimento per una migliore Ungheria”), fondato nel 2006 è il più potente partito di estrema destra in Europa orientale. Distinguendosi per le sue milizie razziste dalle nere uniformi anti-rom, usando la retorica della sicurezza e anti-semita, la formazione ha ottenuto il 6 aprile il 20.54% dei voti nelle elezioni ungheresi. Con quasi cinque punti in più rispetto al 2010, si classifica come la terza forza del paese. Mantiene i collegamenti con diversi movimenti nazional-populisti, con il partito Ruch Narodowy polacco o l’inglese BNP Nick Griffin. Il Fronte nazionale francese non lo considera come possibile alleato.

In Austria figura il partito xenofobo e anti-europeo ” Partito della libertà d’Austria” (FPÖ), guidato da Heinz-Christian Strache, successore di Jörg Haider .Alleandosi con il partito conservatore alle elezioni del 1999 va al governo. L’8 aprile 2014 il partito ha ritirato la testa di listaper le elezioni europee, Andreas Mölzer, deputato per dieci anni e pilastro del partito, dopo settimane di polemiche sulle sue dichiarazioni razziste. La FPÖ è alleato con il Fronte Nazionale per le elezioni europee del 25 maggio.

In Europa meridionale

In Italia la Lega Nord, fondata da Umberto Bossi è un partito regionale anti-immigrati e xenofobo; sostiene la separazione tra nord e sud Italia. Il partito è entrato nel governo di Silvio Berlusconi nel 2008, ma viene estromesso il 13 novembre 2011 con l’istituzione del governo di Mario Monti. Nella penisola italiana figura anche il movimento nazionalista Casapound:, nato a Roma nel 2003, si proclama neo-fascista.

In Grecia, cade il partito di estrema destra Alba Dorata, dopo una fulminea ascesa e la sua entrata nel Parlamento greco nel 2007. Otto membri sui diciotto di questo partito neo-nazista sono stati incriminati per l’omicidio di un attivista anti-fascistanel settembre 2013. Tre di loro sono in carcere, tra cui il leader del partito Nikolaos Michaloliakos.
(Fonte 20minutes.fr, 22/4/2014).

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.