Esperanto: una stretta di mano linguistica

Posted on in Politica e lingue 4 vedi

L’Esperanto secondo un insegnante cinese, professore di Inglese, in

una dichiarazione ad un giornale americano durante un soggiorno linguistico

negli Stati Uniti:

“Quando parlo Esperanto con un Esperantista americano, ci incontriamo su un

territorio linguistico neutro, evitando il rischio di storpiare la lingua

madre dell’altro. Questo evita imbarazzi e incomprensioni e incoraggia uno

scambio di idee libero e amichevole. Quando due persone si stringono la mano

ognuno la porge a metà via: ci si incontra così in una zona neutrale con un

gesto di amicizia reciproca. È questo l’Esperanto: una stretta di mano

linguistica”. (Zhou Huanchang, Esperanto – A Linguistic Handshake, Los Angeles Times, 2.Part II/ Saturday, March 10, 1984).

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.