Esperantista premiata in Italia distacca il lavoro della LBV in una sua opera letteraria

Posted on in Politica e lingue 8 vedi

Esperantista premiata in Italia distacca il lavoro della LBV in una sua opera letteraria

Fin dal mese di settembre dello scorso anno il Centro di Esperanto di Torino, in Italia, promuove il concorso letterario Renato Pennazio, che ha come obiettivo l’incentivo alla letteratura nel movimento esperantista internazionale.Alla sua seconda edizione, il concorso ha premiato l’esperantista della Serbia, la sig.ra Tereza Kapista, che ha vinto il primo premio. Con il suo testo letterario basato sul tema "Quanto i viaggi hanno influenzato la mia vita," la sig.ra Kapista narra le vicende della sua vita che ritiene estremamente importanti dopo il suo pensionamento, periodo in cui inizia a studiare l’ Esperanto e a viaggiare in più di 50 paesi per insegnarlo con il metodo di Cseh, oltre a conoscere culture diverse.Nell’opera letteraria la sig.ra Kapista ha sottolineato che in questa traiettoria con l’Esperanto, uno dei Paesi che più l’ha colpita è stato il Brasile e che, in quell’occasione, ha conosciuto e si è innamorata della Legione della Buona Volontà (LBV). La preoccupazione per il prossimo, il senso d’Umanità e di Spiritualità Ecumenica della LBV hanno toccato il suo cuore e hanno fatto in modo che lei non tralasciasse di registrare le sue impressioni nella sua premiata opera letteraria sull’Istituzione brasiliana che usa l’ Esperanto fin dai suoi esordi:"La Legione della Buona Volontà è la più grande organizzazione cui lavoro è l’assistenza alle persone. E ciò avviene nelle più svariate maniere, in particolare attraverso asili, scuole elementari e medie e case di riposo per anziani. Sviluppa una grandiosa opera con collaboratori molto dedicati. Aiutano i bisognosi, pubblicano libri in Esperanto e le loro chiese sono molto moderne e belle ".Felice per avere la possibilità di comunicarsi con tutto il mondo e di poter anche conoscere luoghi diversi grazie all’insegnamento dell’ Esperanto anche alla LBV negli anni ‘90, la sig.ra Tereza ha concluso: "Ora io posso vedere e capire le persone di tutto il mondo. Ho lavorato per 38 anni, ma io non cambierei questo periodo di tempo con i miei 25 anni di esperienze grazie all’Esperanto. Ciò ha arricchito il mio spirito, ha reso possibile che ovunque potessi aiutare ed anche educare, non solo insegnare. Mi ha fatto tanto piacere trascorrere i miei 25 anni di pratica Esperantista ".

Traduzione: Raffaele Papa
Revisione: Marusca Bertolozzi




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.