ECUADOR: protesta indigena per nuove leggi su acqua e risorse del sottosuolo


ECUADOR: gli indigeni protestano contro le nuove leggi su acqua e risorse del sottosuolo

Centinaia di indiani hanno bloccato lunedi’ l’autostrada panamericana ecuadoregna con rocce, tronchi e pneumatici per protestare contro le nuove leggi su acqua, risorse minerarie e petrolifere.
I leader indigeni hanno sospeso la prostesta nella serata di lunedi’, di fronte alla promessa governativa di discutere le obiezioni dei manifestanti alle leggi.
Gli indigeni sostengono che le leggi minacciano le loro terre e privatizzano le risorse acquifere.
Rafael Correa, Presidente ecuadoregno di sinistra, non condivide questo punto di vista e ci si aspetta che il suo partito, in maggioranza, approvi le leggi.
La Confederazione delle nazionalita’ indigene dell’Ecuador, il gruppo indigeno principale, si e’ diviso da Correa nel 2008, quando questi ha rifiutato di concedere agli indigeni il diritto di veto sulle concessioni relative allo sfruttamento di risorse naturali nelle loro terre nella costituzione approvata lo scorso anno.
Fonte: Associated Press, 28 settembre 2009.

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.