E’ VERO: ANCHE L’EUROPA HA DIMENTICATO GIUSTIZIA E SOLIDARIETA’

Posted on in Europa e oltre 31 vedi

"E’ VERO: ANCHE L’EUROPA HA DIMENTICATO GIUSTIZIA E SOLIDARIETA’"

Colloquio

di TONIA MASTROBUONI

Dopo l’incontro con Enrico Letta, durante il quale si è parlato dell’Italia ma anche del progetto in fieri dell’Unione bancaria, Michel Barnier ha espresso il desiderio esplicito di fermarsi un po’, di interrompere la girandola di incontri istituzionali che lo hanno impegnato ieri con i ministri Moavero e Mauro, ma anche con il segretario del Pdl Alfano, per seguire in televisione la diretta della visita del Papa a Lampedusa. Nel tardo pomeriggio, intercettato a margine di una tavola rotonda sull’Unione bancaria organizzata dall’Ambasciata di Francia, il commissario al Mercato unico ha dichiarato di condividere «in pieno» le parole di Francesco. Anche nei passaggi più duri, dove il Pontefice faceva cenno a «coloro che nell’anonimato prendono decisioni socio-economiche che aprono la strada ai drammi come questo», e che sembra includere anche istituzioni come la Commissione europea.
Barnier annuisce serio: «Questa visita del Papa a Lampedusa è estremamente importante e simbolica. Non mi stupisce da parte di un Pontefice – ragiona il francese – che sin dai primi giorni ha detto di voler essere il Papa dei più poveri e dei più fragili». E secondo il politico cattolico, «ha ragione a pretendere che le istituzioni internazionali ed europee mettano di più l’accento su una maggiore solidarietà, giustizia e umanità». Barnier, tuttavia, non intravede forze nascoste da stanare, ma un avversario chiaro da sconfiggere: «anche io penso che in Europa dobbiamo spingere maggiormente su un’economia sociale di mercato, allontanandoci da una linea ultra liberista che negli anni ha fatto molti danni, compreso nel settore della finanza dove abbiamo visto troppi scandali».
Soprattutto, ricorda Barnier, le scorribande della finanza sono state «troppo spesso pagate dai contribuenti europei. Dobbiamo rimettere l’uomo – conclude – al centro del progetto europeo».
Nello specifico, il commissario europeo ed ex ministro durante la presidenza Chirac, è perfettamente consapevole che il dramma di Lampedusa è «il sintomo di un problema molto più ampio che riguarda alcuni paesi dell’area del Mediterraneo, dell’Africa e dell’Asia». L’Europa, incalza il francese, dovrebbe avere «anche qui un approccio rigoroso, comune – sappiamo che non è sempre stato così -, e umano». Umano, precisa poi, vuole dire «che dobbiamo aiutare i Paesi che non hanno un futuro, soprattutto in Africa, a creare un futuro per i figli, mantenendo un futuro allo sviluppo e alla cooperazione con questi Paesi».
Quando i barconi di migranti approdano sulle coste europee, sulle spiagge dei Mediterraneo, «con questa gente che rischia così tanto», si scalda Barnier, «dobbiamo poterli accogliere con dignità, e dobbiamo essere consapevoli che un Paese da solo non può farcela da solo, non può affrontare da solo l’immigrazione. Anche perché è immigrazione che arriva in tutta Europa, che si espande per tutta l’Europa».
Per il politico conservatore «occorre insomma una cultura europea dell’accoglienza, ma anche una politica di controllo delle frontiere». Si tratta, osserva di «rimettere al centro della riflessione dell’Europa la dignità dell’uomo».
(Da La Stampa, 9/7/2013).




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.