Dove il Si suona

Posted on in Politica e lingue 15 vedi

Per tutti gli amanti della lingua italiana la mostra “Dove il Si suona” è un regalo unico. Come preannunciato da Nikita Anikin, rappresentante del Museo Centrale di Storia Contemporanea della Russia, alla mostra di fotografie di Mimmo Jodice esposta nel museo su citato, finalmente è giunta a Mosca la mostra dedicata alla storia dell’italiano. Il pubblico di Mosca potrà intraprendere un vero viaggio attraverso la storia dell’italiano. Quest’evento tanto atteso è stato inaugurato il 15 ottobre nel Museo di Storia Contemporanea della Russia. La nostra corrispondente, Tatiana Santi, si è recata all'apertura di una vera festa importantissima per tutte le persone che studiano e amano la lingua di Dante. Quali sono le sorprese che attendono il pubblico russo?
È difficile trovare a Mosca una persona che non parli l’italiano o che non abbia intenzione di studiare questa meravigliosa lingua. Ebbene, la mostra “Dove il Sisuona”è un appuntamento a tu per tu con la lingua italiana da non perdere! La mostra è suddivisa in più parti: la storia della lingua italiana, i legami dell’italiano con le altre lingue, i viaggi delle parole, video e materiali interattivi per potersi cimentare ancora di più nel mondo di questa lingua così amata qui in Russia. Le parole italiane sono presenti nella vita di tutti i giorni dei russi nei campi più svariati: la musica, l’architettura, l’arte … ma anche nella lingua italiana possiamo trovare più parole russe usate molto spesso come “perestroika”, “glastnost’”, “dacia”, “troika”.
Alla cerimonia d’apertura hanno partecipato: Adriano Dell’Asta, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura, Alessandro Masi, segretario generale della Società Dante Alighieri, Nicoletta Maraschio, Presidente dell’Accademia della Crusca, Lucilla Pizzoli, professoressa dell’Università Luspio di Roma e curatrice della mostra, Ettore Gherbezza, professore dell’università di Udine e organizzatore della parte russa della mostra e Serghey Archangelov, padrone di casa, direttore del Museo Centrale di Storia Contemporanea della Russia.
Dopo la cerimonia ufficiale, gli ospiti hanno potuto brindare e ascoltare dei brani tratti da opere italiane dal vivo. Il Si risuonava in tutti i sensi. La nostra corrispondente ha chiesto alla curatrice Lucilla Pizzoli qual è l’importanza della mostra nella sua versione a Mosca?
n Russia l’italiano è sempre più richiesto, ma noi abbiamo voluto chiedere a Ettore Gherbezza, dottore di ricerca in lingue e civiltà orientali all’università di Udine, quanto è popolare il russo in Italia:
“Dove il Si suona”, una mostra che ha girato più paesi è finalmente giunta in terra russa! Buon viaggio nella lingua italiana!
Avete ascoltato un servizio di Tatiana Santi sulla mostra “Dove il Sisuona”, dedicata alla storia della lingua italiana. Alla prossima sulle onde de “La Voce della Russia”!

(da http://italian.ruvr.ru, 22/10/2012)




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.