“Disponibili per l’estero e preparati in inglese: requisiti indispensabili

Posted on in Politica e lingue 27 vedi

L’incontro con Rossana Testa, di Same Deutz-Fahr, sulle figure professionali ha concluso nella sede di Confindustria lo stage per docenti. Visitato anche il sito produttivo di Heineken

Heineken Italia è stata la protagonista della terza visita aziendale proposta dai Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo agli insegnanti nell’ambito dello stage per docenti dedicato alla filiera alimentare. Il sito industriale di Comun Nuovo, che si estende su 16 ettari, è il più importante dei quattro siti italiani appartenenti al colosso della birra, ancora in mano alla famiglia olandese che lo ha creato nel 1864.

Giovanni Sorce, responsabile dello stabilimento, ha guidato gli insegnanti alla scoperta del complesso ciclo della birra, a partire dai grandi silos dell’orzo fino alle linee di imbottigliamento e inscatolamento. Il gruppo, che ha numerosi altri marchi fra cui Moretti e Dreher, detiene il 30% della quota di mercato italiano e l’11% di quello mondiale. Nello stabilimento di Comun Nuovo, dove lavorano 147 dipendenti a cui si aggiungono 30 stagionali, vengono prodotti in un anno 400 milioni di bottiglie. Fra le iniziative ricordate durante la visita, la partecipazione al progetto Whp per la promozione della salute sui luoghi di lavoro, che ha visto Heineken apripista fin dal 2009, l’attenzione alla sicurezza sul lavoro e i programmi di riduzione delle emissioni di Co2 e di consumo di acqua.

Si è focalizzato sulla domanda di figure professionali l’ultimo incontro dello stage, che ha visto protagonista nella sede degli Industriali Rossana Testa, di Same Deutz-Fahr Italia. Flessibilità e disponibilità sono le caratteristiche trasversali richieste dal gruppo ai potenziali nuovi assunti, storico produttore di trattori nato a Treviglio che nel 1995 ha acquisito Deutz-Fahr e fra il 2011 e il 2012 ha stipulato joint venture in Cina, Turchia e Russia, nonché intrapreso una strategia di ampliamento della gamma delle macchine agricole

. Same a Treviglio dà lavoro a 1300 dipendenti, mentre nel complesso impiega 3000 persone. Nel 2012 ha fatturato 1 miliardo e 161 milioni, evidenziando una crescita sia rispetto al 2011 che al 2010.

Gli investimenti in ricerca e sviluppo sono il 3,6 per cento del fatturato e sono più che raddoppiati negli ultimi anni. Nel 2012 Same Italia ha assunto 93 persone, di cui 60 in produzione. Solamente nella ricerca e sviluppo operano in 160.

“Utilizziamo molto lo strumento dello stage e dell’apprendistato – ha spiegato Rossana Testa – e selezioniamo sia personale diplomato che laureato. I profili richiesti sono diversi, non ci focalizziamo solamente sull’ingegnere o il perito meccanico, ma c’è spazio anche per specialisti in elettronica, difficilissimi da trovare, nonché informatici.

A volte i diplomati, rispetto ai laureati sono maggiormente concreti. Le competenze sono importanti, ma è altrettanto importante il profilo umano”. A tutti è richiesta la conoscenza dell’inglese e la disponibilità ad accettare periodi di lavoro all’estero, entrambe qualità ritenute essenziali per un gruppo che punta sempre più sui nuovi mercati.

(di Rosanna Pecchi, da http://www.bergamonews.it, 21/03/2013)




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.