Difesa: “No Muos”, il coraggio della Sicilia serva da esempio per la costruzione di un’Europa indipendente.

Posted on in L'ERA comunica 27 vedi

Manifestazione

Dichiarazione di Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto

 

L’ERA accoglie con entusiasmo la decisione della Regione Sicilia che ha revocato l’autorizzazione per la realizzazione del sistema satellitare della Marina Militare Usa a Niscemi. Una decisione di grande responsabilità nazionale, visto che fare dell’Italia la base di attacco per terroristi considerati tali unilateralmente dagli USA, espone l’Italia ad attacchi terroristici come mai.

Si tratta di un gesto significativo, in quanto rappresenta uno dei primi gesti di opposizione alle ingerenze statunitensi e potrebbe essere uno dei primi tasselli di quello che dovrà essere lo sviluppo di una difesa comune europea autonoma e indipendente dagli Stati Uniti.

Dopo settant’anni di occupazione è giunto il momento di rendersi conto che i rapporti istituiti nell’immediato dopoguerra a partire dal Patto Atlantico sono anacronistici e, di fatto, hanno la sola funzione di ostacolare il cammino dell’Unione Europea verso l’indipendenza e la libertà continentale.

La decisione dell’assessorato al territorio e ambiente della Regione si muove nel solco di quel complesso di forze che l’Associazione Radicale Esperanto ha rinominato “il Sud per il SUdE”, cioè l’insieme di quelle forze critiche e libere che esistono nelle regioni centro-meridionali del nostro paese e che concorrono alla formazione degli Stati Uniti d’Europa. Questo in contrapposizione alla politica perseguita da regioni del nord, che stanno affiancando alla volontà di secessione politica quella per via linguistica, con la creazione di una macroregione padano-cisalpina dove scuole e università siano totalmente anglofone. Uno dei massimi teorici e sostenitori di questa linea politica “sfascista” è Giovanni Azzone, rettore del Politecnico di Milano, dove non a caso a partire dal prossimo anno saranno eliminati tutti i corsi magistrali in lingua italiana a favore della sola erogazione in lingua inglese.

La costruzione di un’Europa federale e indipendente dal punto di vista economico, informatico-digitale e militare è essenziale per garantire un futuro agli europei. Va anche ricordato che la ricerca americana è finanziata per circa l’80% dal Pentagono. L’Europa quindi,oltre a non essere padrona dei propri cieli e a vedersi negato il diritto di conoscere esattamente cosa avvenga sul proprio suolo, non potrà nemmeno mai competere con gli Stati Uniti e coi giganti dell’economia emergente senza avanzare risolutamente verso la costruzione di una difesa comune federale.




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.