CULTURA: A ROMA SI FA IL PUNTO SULL’ITALIANO E SUI DIALETTI

Posted on in Politica e lingue 7 vedi

Facebook Viadeo OkNotizie Segnalo Wikio Friendfeed

Roma, 29 ott. (Adnkronos) – Dal ”glocalismo”, invocato da alcuni come unione di ”globale” e ”locale”, alla discussione sulle radici dell’identita’ italiana. Questi i temi della tavola rotonda ”Lingua e dialetti. L’italiano tra Federalismo e Unita’ D’Italia” che si svolgera’ a Roma, il 10 novembre in Campidoglio, nella Sala Pietro da Cortona dalle 10. La tavola rotonda sara’ anche l’occasione per fare il punto sulle celebrazioni in programma per il 150° anniversario dell’Unita’ d’Italia, sulle battaglie sul tricolore e sull’inno nazionale, fino alla proposta di inserire il dialetto nei programmi scolastici.

All’incontro moderato dal linguista Luca Serianni, dopo i saluti del Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, dell’Assessore alla Cultura Umberto Croppi e del Presidente della Societa’ Dante Alighieri, Ambasciatore Bruno Bottai, interverranno Stefano Bruno Galli, Silvia Morgana, Giuseppe Patota, Paolo Peluffo, Giovanni Ruffino, Paolo Verriparteciperanno Stefano Bruno Galli, Silvia Morgana, Giuseppe Patota, Paolo Peluffo, Giovanni Ruffino, Paolo Verri.

Tra le tante dimostrazioni della frammentazione del nostro Paese, la lingua e’ sempre stata un fattore indiscusso di coesione nazionale: una scelta unitaria non imposta dall’alto e che ha preceduto di secoli l’unita’ politica. Ora, anche la riflessione sull’identita’ linguistica degli italiani si pone come un punto di partenza per stabilire quanto insistere sulla lingua italiana senza trascurare la vitalita’ delle culture locali.

Le serie televisive dialettali, la versione locale dei quotidiani, i corsi facoltativi di dialetto nelle scuole: interventi che stanno accendendo un dibattito gia’ animato dalle proposte di legge in discussione nelle aule parlamentari (che cosa aggiungere eventualmente all’articolo 12 della Costituzione: l’opzione per bandiere e inni regionali accanto al tricolore oppure l’italiano come lingua ufficiale?) e che sfiorano temi sensibili come il percorso agevolato per la cittadinanza ai cittadini immigrati. Il dibattito vertera’ sui problemi legati alla lingua italiana: quale lingua conoscono gli italiani? E quale lingua imparano gli stranieri? Che cosa possono fare le istituzioni in materia di lingua? Che cosa – e come – festeggeremo nel 2011?

adnkronos[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.