CSLI: sarà la chiusura della stalla dopo che i buoi sono fuggiti?

Posted on in L'ERA comunica 20 vedi

Consiglio Superiore della Lingua Italiana: sarà la chiusura  della stalla dopo che i buoi sono fuggiti?

Il provvedimento in discussione al Senato sull’istituzione del “Consiglio Superiore della Lingua Italiana” è utile ma se non si porrà alla gente un’alternativa popolare alla comunicazione internazionale il suo ruolo rischia di essere, di qui a qualche decina d’anni, quello del becchino. Per comprenderlo basta rammentare quello che è successo in Francia dopo la legge Toubon e l’ulteriore stretta contro gli anglicismi persino nelle insegne degli esercizi commerciali…  il francese continua comunque a battere in ritirata in tutto il mondo.

Il più grande pericolo per la vita delle lingue del mondo è rappresentato dall’inglese e questo lo hanno denunciato tra i primi proprio gli stessi giornali anglosassoni, arrivando a parlare di inglese “linguicida” (The Independent), ma se non si fornisce alle persone, ai cittadini europei anzitutto, la possibilità di usare per la comunicazione europea e transnazionale una lingua non etnica e alla portata di tutti – una vera e propria lingua di comunicazione sociale – il destino delle lingue del mondo è segnato per il 90% dei casi. Anche per l’ecosistema linguistico-culturale dell’Europa.

Giorgio Pagano
Responsabile Campagna diritto alla lingua e alla Lingua Internazionale.




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.