Congiuntivo factor

Posted on in Politica e lingue 44 vedi

Congiuntivo factor

di Sandro Bugialli

Un amico, in Italia per una breve parentesi nel quotidiano lavoro all’estero, mi dice: “Certo che la tv italiana è ridotta maluccio. L’altra sera ho visto uno show dove c’era un presentatore che non solo non conosceva neanche un congiuntivo ma parlava pure male l’italiano. Sono rimasto di sasso”. E’ cominciato l’identikit dello show e del conduttore. E alla fine siamo arrivati alla conclusione che lo show era “X Factor” e il conduttore Francesco Facchinetti. Già proprio lui, il protetto di Simona Ventura, il mitico Dj Francesco, il grande collezionista di Puffi, il leggiadro inviato sull’“Isola dei famosi”. Ricordate il tormentone “Bèla di padéla”? Inutile però stare a spiegare tutto questo all’amico. Non capirebbe. Non capirebbe che a parte alcune benemerite eccezioni. (Pippo Baudo, Paolo Bonolis, e pochi altri) la tv non è più quella dell’italiano perfetto, dove si arrivava per meriti, bravura, presenza e linguaggio fluente. Oggi la tv è spesso quella dei ragazzi allo sbaraglio, quella dell’apparire non dell’essere, quella dei reality, quella del “parla come magni”. Una foto sul giornale col cappio al collo, oppure un passaggio al Grande fratello, un altro alla Fattoria, un altro ancora in qualche concorso di bellezza, una puntata sull’Isola che non fa mai male e voilà il personaggio è pronto per fare il padrone di casa in tv. E farci conoscere il suo forbito italiano.

(Da La Nazione, 27/4/2009).

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.