Comites di Basilea: "Garantire la continuità dei corsi di lingua e cultura italiana"

Posted on in Politica e lingue 4 vedi

Basilea – “I corsi di lingua e cultura italiana sono un importante veicolo di diffusione della lingua italiana nel mondo e il sistema Italia a medio e lungo termine non può che trarne vantaggio“. È l' opinione che è emersa con forza dall'assemblea plenaria del Comites di Basilea che si è tenuta lo scorso 23 giugno 2009 e in cui si è discusso dei bilanci preventivi 3153/2010 e si è fatto il punto della situazione sui corsi di lingua e cultura italiana.

Dopo aver sentito il parere e l'esposizione dell'Ufficio Scuola e degli enti gestori, – si è pronunciato il Comites- l'assemblea ha espresso apprezzamento per il lavoro svolto e i risultati ottenuti nell'anno scolastico 2008/2009 appena concluso. Nonostante i tagli sul capitolo 3153 gli enti gestori hanno garantito in maniera responsabile e seria la continuità di tutti i corsi sino alla fine di giugno“.

Tuttavia, il Comites ha espresso preoccupazione per l'organizzazione del nuovo anno scolastico. I tagli ai contributi ministeriali rischiano di creare disagi all'utenza e di andare a discapito della qualità dell'insegnamento. “A livello medio è prevista una riduzione del numero dei corsi, – si legge in una nota – mentre a livello elementare, grazie anche all'assegnazione di un docente di ruolo supplementare, la quasi totalità dei corsi riprenderà ad agosto con l'inizio del nuovo anno scolastico. Anche se appare oramai certo che la continuità del servizio possa essere garantito solo attraverso un adeguamento della quota di partecipazione dei genitori“.

Il Comites, nell'esprimere parere positivo sui bilanci preventivi degli enti gestori, auspica non solo che nell'esercizio finanziario 2010 i contributi del Ministero degli Affari Esteri siano nuovamente adeguati alla qualità e alla quantità dei corsi offerti nella circoscrizione, ma che individui in sede di assestamento di bilancio 2009 fondi aggiuntivi da destinare subito a tale importante attività di formazione linguistica e culturale.

Chiediamo all'Ufficio Scolastico e agli enti gestori – ha concluso il Comites – di fare il massimo sforzo per garantire la continuità e la qualità di tutti i corsi“.

News ITALIA PRESS

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.