College Usa,stop al test d’italiano

Posted on in Politica e lingue 9 vedi

Troppo pochi gli allievi e i fondi

I college americani hanno deciso di tagliare gli esami di lingua italiana per mancanza di allievi e di fondi. Se i corsi di latino, giapponese e cinese riescono ad attirare all’incirca 5mila allievi, le classi di italiano in quattro anni non hanno raggiunto nemmeno i 3mila studenti. Margaret Cuomo ha preso a cuore la questione e sta raccogliendo fondi per la salvaguardia della lingua italiana nelle scuole americane.

Margaret Cuomo è presidente dell’Italian Language Foundation, ma anche la sorella di Andrew, procuratore generale dello Stato di New York, e figlia di Mario, che di New York fu governatore fra il 1983 e il 1994. All’inizio del 2000 la donna aveva sostenuto l’attivazione dell’esame, con il direttore generale del College Board, Gaston Caperton, ex governatore della West Virginia.

Si era mobilitato anche il governo italiano stanziando 300mila dollari per cominciare il programma, e lo stesso Silvio Berlusconi era volato a New York nel dicembre del 2003 per il lancio del corso. Altri 200.000 dollari erano arrivati da alcune associazioni culturali italiane e alla fine nel 2006 si era partiti con il test. Nonostante la crescita del numero degli allievi iscritti però, in quattro anni non si è riusciti a raggiungere l’obiettivo del College Board, 5mila studenti all’anno.

Il programma ha avuto perdite per 1,5 milioni di dollari, mentre gli esami di altre lingue sono stati sostenuti e sponsorizzati in maniera migliore. Come il programma cinese, uno degli ultimi ad essere stati inseriti, per il quale il governo di Pechino e alcune organizzazioni private avevano stanziato 30 milioni di dollari.

Dopo l’annuncio del College Board di tagliare l’esame d’italiano, nell’ultimo anno i membri della comunità italo americana hanno istituito una raccolta fondi, e lo scorso novembre il governo italiano ha garantito un contributo pari alla metà di quanto richiesto dal College Board, 500.000 dollari all’anno per tre anni. La battaglia di Margaret Cuomo potrebbe essere vinta, ma come spiega lei stessa "è ancora presto per sapere quando".

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/arti … 1235.shtml




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.