Ci stanno rubando la lingua, serata di eventi dell’ERA a Roma il 21 giugno dalle 17

Posted on in L'ERA comunica 14 vedi

Ci stanno rubando la lingua, serata di eventi dell’ERA a Roma il 21 giugno dalle 17.

CI STANNO RUBANDO LA LINGUA
Serata di raccolta fondi in favore della Resistenza linguistica italiana

Associazione Radicale Esperanto, Venerdì 21 giugno a Roma Via di Torre Argentina 76, dalle ore 17.

L’Associazione Radicale Esperanto organizza a Roma, in Via di Torre Argentina 76, al terzo piano, una serata di eventi per la raccolta fondi in favore della Resistenza linguistica italiana.

Nel 1943 negli Stati Uniti, ad Harvard, Churchill delinea il piano di occupazione, questa volta linguistica, dei popoli non anglofoni che stavano contribuendo a liberare dall’occupazione tedesca, così motivandola:

Il potere di dominare la lingua di un popolo offre guadagni di gran lunga superiori che non il togliergli province e territori o schiacciarlo con lo sfruttamento. Gli imperi del futuro sono quelli della mente.

Nell’ultimo anno le parole inglesi entrate nel lessico italiano sono aumentate del 342% mentre solo il 20% della popolazione ha le competenze minime per orientarsi e risolvere, con l’uso appropriato dell’italiano, situazioni complesse e problemi della vita sociale quotidiana; il Politecnico di Milano non insegnerà più in italiano dal prossimo anno procurando un danno di oltre 8 milioni di Euro alla nostra editoria solo per i corsi di laurea magistrale; l’occupazione linguistica inglese dell’italiano ci costa oltre 60 miliardi €/anno, ossia 26 volte quei 2,3 miliardi di Euro erogati in 17 anni ai partiti dal 1994 al 2011.
Ciò ha ripercussioni drammatiche anche all’estero, dove la nostra lingua viene insegnata sempre meno, se non addirittura esclusa dall’insegnamento, com’è il caso recentissimo della Svizzera.

Con i governi italiani del Dopoguerra sempre più corrotti, tale occupazione si è inverata al punto che alcune università, sostenute dal governo (per il momento non ancora dalla magistratura alla quale fanno ricorso i docenti) non vogliono più insegnare in lingua italiana ma solo in inglese, assicurando così la fine della formazione dei nostri giovani nella loro lingua madre.

Anche l’attuale governo Letta fa la sua parte introducendo, per le Università e gli istituti equiparati, l’obbligo di rilasciare le certificazioni dei titoli di studio in lingua inglese e dando un ulteriore colpo al prestigio interno ed estero della lingua e della cultura italiana.

Questo fa della Resistenza linguistica una battaglia fondamentale per la libertà degli italiani ai quali chiediamo di contribuire in ogni modo prima che l’Italia divenga una mera entità geografica di lingua inglese.

__________

Programma

CI STANNO RUBANDO LA LINGUA

Serata di raccolta fondi in favore della Resistenza linguistica italiana

Ore 17. Inaugurazione della Mostra fotografica Dillo in Italiano.

Dieci gigantografie sul tema del furto della lingua italiana attraverso la sostituzione di sue espressioni con altre inglesi.

L’occasione è unica per vedere le 10 gigantografie in un unico posto: dopo prenderanno la via dei negozi del Centro che hanno aderito alla nostra iniziativa.

Ore 18. Tavola rotonda “Ci stanno rubando la lingua. L’italiano sotto assedio inglese” con il vaticanista Giuseppe Di Leo, il giornalista Federico Guiglia, il regista Corrado Veneziano e, in collegamento da Solingen, André Rizzello.

Presenta e coordina Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto.

Ore 19. Visione del film per la tv “Accipicchia, ci hanno rubato la lingua ” di Corrado Veneziano, introduce il film l’autore stesso.




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.