Cattedra dell´Unesco per insegnare la pace.

Posted on in Politica e lingue 35 vedi


Cattedra dell´Unesco per insegnare la pace

Ilaria Venturi

L´annuncio e´ stato dato dal rettore Calzolari con Alberigo e melloni

E´ LA prima cattedra riconosciuta dall´Unesco all´Alma Mater, la terza in Italia, l´unica intitolata a un papa, Giovanni XXIII, la sola al mondo che l´organismo internazionale ha approvato sul pluralismo religioso e la pace. E per inaugurarla, arriverà oggi a Bologna un pensatore del calibro di Raimon Panikkar, il teologo scomodo che da anni dà voce e spessore al dialogo interculturale e religioso. L´annuncio della cattedra Unesco «Giovanni XXIII» sul pluralismo religioso e la pace, che in realtà più che un insegnamento è un vero e proprio polo di ricerca, è stato dato ieri da Giuseppe Alberigo e Alberto Melloni, voci dell´Istituto per le Scienze religiose, a fianco del rettore Pier Ugo Calzolari.
La proposta di una cattedra Unesco è partita tre anni fa, dopo il convegno promosso dall´istituto di via San Vitale fondato da Dossetti su papa Roncalli. Melloni azzarda la proposta, coltivata tra le mura dell´Istituto. Il rettore l´accetta. La Regione ci mette la maggior parte dei contributi, 50mila euro, per iniziare l´attività. Dall´Unesco arriva il via libera quest´anno. «L´Unesco è più che altro un´etichetta», spiega Calzolari. «Ma di grande prestigio. Per noi è l´occasione per fare ciò che le università hanno sempre fatto: essere il luogo nel quale il confronto è possibile per superare quello che viene definito lo scontro tra civiltà». La prima occasione pubblica per la nuova iniziativa, che darà origine anche a un master fra le Facoltà di Scienze della Formazione di Bologna e Modena, sarà oggi, alle ore 17, all´oratorio di San Filippo Neri, in via Manzoni 5. Raimon Panikkar, madre spagnola e padre indiano, ha insegnato in diverse università dell´India e in molti altri Atenei, Harvard per tutti.
Membro del Tribunale permanente dei popoli e della Commissione Unesco per il dialogo interculturale, il monaco filosofo, parlerà di fede, religioni, culture. Una lezione magistrale per scuotere le coscienze in un momento in cui il dialogo interculturale e la pace si fanno sempre più urgenti. E´ il contenuto stesso della cattedra nata a Bologna e presieduta dello stesso Alberigo. «Un tema urgente da affrontare soprattutto nel nostro paese che ha vissuto fino a ieri sera in condizioni di omogeneità culturale e religiosa e che si sta svegliando con l´impressione che tutto crolli». Melloni sottolinea il cuore dell´iniziativa:
«L´approfondimento del nesso tra il pluralismo religioso, che è un fatto, e la pace, che un fatto non è». Alberigo è vecchio amico di Panikkar. «Ci siamo conosciuti nel periodo del Concilio Vaticano secondo». Panikkar è capace di riassumere meglio di ogni l´altro l´incontro tra la cultura orientale, in particolare indiana, e quella europea e nord americana. «L´autentica saggezza nasce quando l´amore del sapere e il sapere dell´amore si fondono», ama ricordare. E ancora: «Ciò che ci porta a disprezzare l´altro è la mancanza di auto-conoscenza profonda di noi stessi; ma una volta scoperta questa dimensione dell´esistenza, si può essere ottimisti e vivere. E sorridere».

la Reppublica Bologna.

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.