Caro Beppe, perché “stepchild adoption”?

Posted on in Politica e lingue 14 vedi

Ma perché “stepchild adoption”?

Caro Beppe, il 2016 e’ appena iniziato e già non ne posso più. Ma perché sento ripetere alla TV in maniera ossessiva “stepchild adoption”? Non si può dire adozione dei figliastri? Perché tanto odio in Parlamento e nelle redazioni per la lingua italiana?
Gianluigi Moroni, gianluigi.moroni@gmail.com

Ci sono tre motivi per cui la politica usa termini inglesi al posto degli equivalenti italiani:

a) per nascondere qualcosa
b) perché “fa figo”;
c) perché, in mancanza di una facile e corretta traduzione italiana, è più comodo usare il termine inglese.

Ai casi a) e b) appartengono termini quali spending review e jobs act: non c’è un valido motivo per cui “revisione della spesa” e “riforma del lavoro” sono stati scartati. A caso c) appartiene la stepchild adoption: la traduzione italiana è davvero faticosa. Detto questo un bravo politico dovrebbe sempre spiegare il termine, soprattutto nei primi tempi. E, aggiungo, anche un bravo giornalista.
(Da italians.corriere.it, 15/1/2016).

{donate}




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.