Cameron: in Europa ma non rinunceremo ai nostri interess

Posted on in Europa e oltre 18 vedi

Cameron: in Europa ma non rinunceremo ai nostri interessi

Europa, alcol e musica. Questi gli ultimi tre temi sull`agenda di David Cameron nel 2011 e i primi tre che saranno affrontati nel 2012. Europa. Dopo avere incassato l`appoggio totale del conservatori per essersi rifiutato di firmare la revisione del trattato di Lisobna, il primo ministro britannico ha rintuzzato i tentativi dell`ala più reazionaria del partito che chiede un referendum per fare uscire il Paese dall`Unione.
«Restiamo im Europa ma non riunciamo ai nostri interessi».
Una scelta che l`ha premiato nei sondaggi. Per la prima volta i Tory sono davanti ai laburisti. Secondo John Curtice, professore di economia politica alla Strathclyde University «è come se gli elettori avessero cominciato a guardarlo sotto una nuova luce. Un uomo capace di essere coerente con le proprie idee». Le idee pagano? Cameron ne ha altre due in tasca. Certo che l`egoismo acido del loro carattere non possa essere considerato un bene superiore all`integrità dei bambini del Regno Unito, ha deciso di convocare i rappresentanti delle case musicali.
Chiederà loro di trovare un sistema per frenare la sessualizzazione dei video su internet e in tv. Citerà i casi di Ríhanna e Brítney Spears, «Ho tre figli piccoli. E sono preoccupato personalmente».
Terzo punto in agenda: l`alcol. Cameron è pronto ad alzare da 30 a 50 penny il prezzo minimo delle singole unità alcoliche. Una scelta che costerebbe ai consumatori 700 milioni in più l`anno ma che risparmierebbe centinaia di vite. «I soldi incassati con le tasse andranno al servizio sanitario nazionale». Scelta comprensibile dopo che la notte delll`ultimo dell`anno il servizio ambulanze ha ricevuto seicento chiamate l`ora per assistere uomini e donne – quasi sempre minorenni – piegati sui marciapiede a vomitare l`anima.

di ANDREA MALAGUTI, CORRISPONDENTE DA LONDRA
la Stampa pag.9
02/01/2012




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.