Bufardeci, Università: proposta formativa abbia alla base territorio, statistica e internazionalità

Posted on in Politica e lingue 5 vedi

Bufardeci, Università: proposta formativa abbia alla base territorio, statistica e internazionalità

“Sulla questione Università Siracusa e Quarto Polo Statale non intendiamo ingaggiare battaglie legate a provincialismi e o di bassa competitività fine a stessa”. Così l’assessore regionale Titti Bufardeci intervenuto ieri a Palazzo Impellizzeri a Siracusa all’assemblea convocata dal Consorzio Archimede (leggi qui l’articolo di riferimento), il quale ha dichiarato che la nuova offerta formativa deve essere essenzialmente basata su dati statistici forniti anche dallo stesso Ministero o dall’Istat, comunque legata alle istanze del territorio. La novità potrebbe essere il riferimento all’internazionalità con l’istituzione di corsi o facoltà di lingua straniera.

“Il tema dell’Università Siracusa deve essere inteso quale progetto a rete su territorio, confidando nel patrimonio didattico accumulato negli anni dalle tre province di Ragusa, Siracusa e Enna, sedi universitarie. Siracusa, in particolar modo, ha ormai alle spalle una esperienza ultra decennale con Beni Culturali e Architettura. Adesso il dibattito è basato sull’individuazione della nuova offerta formativa che possa aggregarsi alla Facoltà di Architettura. In questo senso – continua Bufardeci – l’ obiettivo non è quello di dire oggi quale deve essere la facoltà da affiancare, semmai quello di creare una sorta di business plain, un piano industriale , uno studio di fattibilità con nuovi corsi di laurea che possano garantire anche motivo di attrazione per professori, ricercatori che vogliono investire in questo territorio. Un piano basato sulla scelta di nuovi dati tecnici e statistici, che possa essere anche garanzia di qualità e efficienza. A questo punto possono andare bene sia Beni Culturali che Lingue”.

“Quello di stamattina (ieri, ndr) è stato soltanto un primo incontro che ci porterà alla costituzione del Quarto Polo. Ribadisco il concetto importante: Architettura sarà il fulcro da cui partire. Importante poi che la nuova offerta formativa debba essere legata all’internazionalizzazione, che sia una Università in grado di parlare una lingua straniera e dunque punto di riferimento dei Paesi del Mediterraneo".

Infine, Bufardeci ha ribadito in assemblea pubblica, alla presenza di docenti, studenti e deputazione che, per la storia che rappresenta nel mondo, Siracusa deve essere sede del Senato Accademico, degli uffici amministrativi e del Rettorato.

http://www.siracusanews.it/node/16467




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.